di Fabio Suvero - 17 May 2024

Morgan e Pininfarina per un gioiello chiamato Midsummer

L'unione delle competenze di due marchi storici come Morgan e Pininfarina ha dato vita a questa straordinaria barchetta in stile anni 30 e 40 realizzata sulla base della Morgan Plus Six

Saranno soltanto 50 i fortunati possessori di questa bellissima barchetta realizzata in collaborazione tra Morgan e Pininfarina, due marchi che possono vantare rispettivamente qualcosa come 115 e 95 anni di storia. Una storia scritta seguendo il denominatore comune della passione per il design e per l'esclusività, due fattori che caratterizzano questa rievocazione in chiave moderna delle barchette di fine anni 30 inizio anni 40.

Tek multistrato per resistere nel tempo

A richiamare immediatamente l’attenzione sono i materiali con cui è realizzata, in primo luogo il legno presente all’esterno della carrozzeria che definisce il perimetro dell’abitacolo. Non si tratta certo di un legno qualunque, ma di tek realizzato da centinaia di singoli strati dallo spessore massimo di 0,6 mm. Ogni esemplare si compone di nove sezioni di tek lavorate singolarmente che richiedono oltre 30 ore di lavoro, per un totale di 83 metri quadrati di tek di provenienza sostenibile. I piani del cruscotto sono invece composti da 126 strati di tek ciascuno, mentre quelli delle porte contano 120 strati ciascuna. La tecnica di usare più strati anziché uno solo di maggior spessore aggiunge resistenza e durata nel tempo, aspetti determinanti per gli elementi più esposti.

Peso piuma

Pur essendo equipaggiata con un 6 cilindri turbo di origine BMW e con un cambio automatico a 8 rapporti, questo autentico gioiello su ruote pesa solo 1.000 kg a secco, un risultato ottenuto non solo grazie al massiccio uso dell’alluminio, ma anche in virtù di alcune “chicche” come le speciali ruote forgiata da 19 pollici dal peso di soli 10 chilogrammi, che equivale a una riduzione di oltre tre chilogrammi rispetto al peso dell'equivalente ruota da 19 pollici montata sulla Plus Six. Per esaltare il piacere di guida si è fatto riscorso a pneumatici Michelin Pilot Sport 5, mentre l’assetto può contare su ammortizzatori Nitron regolabili appositamente messi a punto per questo modello.

Strumenti hand made

Chi avrà il privilegio di sedersi al posto di guida della Midsummer stringerà poi tra le mani un esclusivo volante con la parte centrale in alluminio forgiato, ma anche di consultare splendidi quadranti analogici realizzati a mano con quadranti dallo sfondo bianco sporco perfettamente integrati con la tinta bianco perlato della carrozzeria. In questo quadro idilliaco stona un po’ la leva del cambio ripresa pari pari dalla produzione di grande serie BMW, ma trattandosi di una sorta di joystick elettronico, la scelta è stata praticamente obbligata. Last but not least, Midsummer è il primo modello a fregiarsi del badge Pininfarina Fuoriserie, ma anche l’auto che potrebbe definire i capisaldi stilistici delle Morgan che vedremo nei prossimi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA