a cura di Redazione Automobilismo - 25 marzo 2020

Bmw M340d: diesel will never die

Forte di un 3,0 litri 6 cilindri in linea turbo diesel da ben 340 CV e 700 Nm, la M340d è l’ennesima risposta a chi sostiene che il motore a gasolio sia ai suoi ultimi giorni di vita.

La Casa dell’Elica, pur puntando molto sul mondo dell’elettrificazione con introduzioni in gamma di varianti tanto elettriche quanto ibride plug-in e ora anche mild-hybrid, sta proseguendo nello sviluppo dei suoi motori endotermici, tanto benzina quanto diesel, cercando di renderli sempre più efficienti, puliti, prestazionali e parchi nei consumi. Una dimostrazione di questo intenso sforzo su tutti i fronti è la nuova Bmw Serie 3 che aggiunge oggi sul listino anche la nuova versione M340d, una variante a gasolio tanto prestazionale quanto ecologica e rispettosa dell’ambiente. Messa a punto nientemeno che dalla divisione sportiva M della Casa di Monaco di Baviera, la M340d si avvale di un motore da 3,0 litri 6 cilindri in linea turbodiesel capace di erogare la bellezza di 340 CV e 700 Nm di coppia già da 1.750 giri/min.

Un’unità che alle elevate prestazioni – le bastano, infatti, soli 4,6 secondi per archiviare la pratica dello 0-100 km/h – affianca anche una certa attenzione per consumi ed emissioni. Il vigoroso motore a gasolio abbraccia, infatti, la tecnologia mild-hybrid (ibrido leggero) a 48 Volt dove un moto generatore, collegato al motore tramite cinghia, aiuta il propulsore a gasolio in tutte quelle fasi di minore efficienza. Grazie ai suoi 11 CV aggiuntivi, questo piccolo motore elettrico sostiene quello termico nelle accelerazioni più vigorose o nei sorpassi a bassi regimi. Come se non bastasse lo stesso sistema elettrico permette l’attuazione di un sistema Start&Stop avanzato che spegne il motore a scoppio nei rallentamenti, quando l’auto scende sotto i 15 km/h oppure che agisce da generatore nelle decelerazioni o nelle frenate per ricaricare la piccola batteria agli ioni di litio e 48 Volt che provvede al suo sostentamento. Accorgimenti che sul fronte dei consumi e delle emissioni fanno registrare una percorrenza media di ben 17,5 km/l, un valore niente male visti i valori di coppia e potenza in gioco.

Al fianco del robusto propulsore mild-hybrid diesel troveremo l’ormai ben noto cambio automatico con convertitore di coppia e 8 rapporti (by ZF) al quale però è stata modificata la rapportatura per adattarla alle caratteristiche del motore, la trazione integrale intelligente xDrive con frizione multidisco, il differenziale posteriore di tipo sportivo, le sospensioni ribassate a controllo elettronico, i freni maggiorati e i cechi in lega da 19 pollici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA