a cura di Redazione Automobilismo - 09 febbraio 2019

Multe: l'assistente per i ricorsi lo trovi online

Un servizio online a pagamento saprà aiutarvi nel presentare e magari vincere i ricorsi per le sanzioni ritenute ingiuste.

Il ricorso contro le multe è una pratica sempre più all'ordine del giorno. Sempre più spesso, infatti, gli automobilisti cercano l'escamotage per poter non pagare cartelle esattoriali a volte anche molto care. C'è però da dire che in alcune occasioni questi automobilisti hanno pienamente ragione perché si trovano costretti a dover pagare multe ingiuste a causa di strumenti di controllo non tarati a norma di legge, di vizi negli elementi essenziali o di errori di vario tipo che possono manifestarsi durante l’emissione di una multa.

L'online ti da una mano

In tutti questi casi però fare ricorso è una pratica sempre più facile a dirsi che a farsi perché, lo sappiamo bene, in Italia la burocrazia è quella che è e l'automobilista si trova a doversi districare tra mille regole della burocrazia. Ecco però arrivare in soccorso dell'automobilista la "tanto amata" rete cioè l'online con numerosi siti e App capaci di aiutare il malcapitato nello svolgimento di queste laboriose e complicate pratiche. Una di queste è Vinco.net, una piattaforma innovativa, accessibile sia da computer che da smartphone, che in pochi clic consente di presentare ricorsi online contro le multe ritenute illegittime o ingiuste. Il servizio, lanciato lo scorso settembre a Milano, dopo i primi 6 mesi di attività, è già disponibile in tutta Italia.

Elevata percentuale di riuscita

Ma come interviene Vinco.net? Come può aiutare il malcapitato automobilista? Il procedimento per effettuare il ricorso online è semplice: è sufficiente inviare online il verbale della multa, entro 2 ore si riceve via email l’analisi di fattibilità del ricorso e, una volta effettuato il pagamento, il caso viene assegnato ad uno dei professionisti del team che inizierà immediatamente a lavorare sul ricorso al Prefetto. Il cliente viene poi notificato via email nel tempo massimo di 3-5 giorni lavorativi con le istruzioni su come spedire il ricorso, che può scaricare direttamente dal suo account. Secondo Vinco.net, grazie al team di esperti messi a disposizione, le probabilità di vincere il ricorso al Prefetto sono superiori al 95%. Nel caso in cui questo non dovesse avvenire, il cliente avrà diritto ad un ricorso gratuito da presentare in seconda istanza al Giudice di Pace. Se in ultima battuta, anche il Giudice di Pace dovesse respingere il ricorso, il portale offre il diritto al rimborso di quanto pagato anticipatamente dal cliente.

Tempi leggermente lunghi

Certo è che l'intero processo di impugnazione può durare anche più di un anno, quindi nella peggiore delle ipotesi il cliente pagherà la multa dopo un anno e non subito. Mentre il costo totale del servizio è pari al 30% del valore della multa. Tuttavia, per venire incontro agli automobilisti, in alcune città particolarmente colpite da contravvenzioni il sito offre un voucher di sconto che si può richiedere online nella sezione “I Nostri Programmi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA