Alfa Romeo Giulia 2021: tra le novità il sistema mild-hybrid

Grazie alla partnership tra i colossi Fca e Psa l’aggiornamento della berlina del Biscione introdurrà novità tanto negli esterni quanto negli interni ma soprattutto sotto pelle.

1/3

Stando alle ultime indiscrezioni giunteci in redazione sembrerebbe proprio che nel 2021 l’Alfa Romeo Giulia possa ricevere il classico restyling di metà carriera. Si tratterà in teoria di un aggiornamento di sostanza e non di un semplice ritocchino come quello avvenuto nel 2019. Le voci parlano, infatti, di modifiche che riguarderanno tanto l’aspetto estetico e gli interni quanto e soprattutto il comparto tecnologico e quello tecnico presente sotto pelle.

Secondo fonti assai vicine al Marchio di Arese tutte le versioni endotermiche potrebbero con il restyling abbracciare la tecnologia ibrida leggere o mild-hybrid per perseguire il processo di elettrificazione dell’intera gamma. La piattaforma Giorgio sarebbe in sostanza progettata per accogliere in futuro la tecnologia ibrida e una rete di bordo a 48 Volt con batteria supplementare e moto-generatore (alternatore/starter) di maggiori dimensioni. La prima motorizzazione a ricevere questa iniezione di elettroni potrebbe essere il turbo benzina da 2.0 litri 4 cilindri a iniezione diretta ma indiscrezioni dicono che anche il 2.2 litri 4 cilindri turbodiesel potrebbe abbracciare la tecnologia a 48 Volt.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News