80 Anni JEEP, American Dream

La Casa americana celebra i suoi primi 80 anni all’insegna di una grande evoluzione di prodotto ma soprattutto tecnologica, a cominciare dal lancio della nuova Grand Cherokee per la prima volta equipaggiata con il powertrain plug-in hybrid 4xe. Obiettivo: rendere il marchio sempre più green e passionale...

1/19

Era il 15 luglio 1941, quando l’allora ex Willys-Overland Co. firmò un contratto con il Dipartimento di guerra degli Stati Uniti per iniziare a produrre il primo veicolo Jeep ad uso militare. Ottant’anni dopo, Jeep continua a crescere in tutto il mondo grazie ad una gamma di vetture che si espande in nuovi segmenti, una community globale di utilizzatori appassionati e l’impiego della tecnologia elettrica 4xe che è l’evoluzione naturale di 80 anni di leadership in termini di capability.

“Festeggiamo il nostro 80° anniversario all’insegna di una crescita ed una evoluzione continua” - ha spiegato Christian Meunier, Jeep Brand Chief Executive Officer - stiamo ampliando il nostro portafoglio in tanti nuovi settori, con la Jeep Grand Cherokee a 3 file di sedili e stiamo gettando anche basi solide per la nostra presenza nel mercato dei suv premium con le nuove Wagoneer e Grand Wagoneer. Il prossimo tassello di questa gamma entusiasmante di prodotti sarà l’introduzione della nuova Jeep Grand Cherokee che per la prima volta è equipaggiata con la tecnologia plug-in-hybrid 4xe. L’obiettivo per gli anni prossimi è perseguire con convinzione la visione di un futuro che sarà sempre più elettrificato”.

Meunier ha poi aggiunto “Il nostro impegno è rendere Jeep il marchio più green ed emozionante nel mondo dei suv. L’elettrificazione della gamma Jeep consentirà di viaggiare in full electric negli spostamenti quotidiani in città assicurando un’esperienza di guida su strada efficiente e divertente e di poter disporre di leggendarie capacità off-road ulteriormente migliorate in un silenzio quasi assoluto”.

Questa visione a zero emissioni rappresenta un’altra tappa importante negli 80 anni di storia di un marchio che continua ad essere definito dal senso di comunità, della libertà di guida open-air, dallo spirito pionieristico e dalle innovazioni 4x4. Se provassimo a riunire 100 appassionati di suv Jeep di tutto il mondo e a chiedere loro di elencare i momenti più memorabili nella gloriosa storia del brand, sarebbe molto improbabile ricevere le stesse risposte.

Nell’anno dell’80° anniversario, l’evoluzione del marchio Jeep accelera grazie al 4xe che identifica l’uso esclusivo e proprietario delle applicazioni di elettrificazione con cui il brand intende sviluppare e produrre i modelli 4x4 più divertenti, avanzati e caratterizzati dalla maggior capability al mondo, tra cui la nuova Jeep Grand Cherokee che farà il suo debutto all’edizione 2021 del Salone Internazionale dell’Auto di New York a metà agosto.

In quanto icona del brand, la Jeep Wrangler 4xe è alla guida dell’offensiva di elettrificazione del marchio. Le capacità 4x4 Trail Rated della Jeep Wrangler sono assicurate dalla sigillatura ermetica e waterproof del pacco batterie e dell’elettronica che consente il funzionamento perfetto anche nelle condizioni più difficili.

Alimentata da un motore turbo di 2.000 cc ad iniezione diretta con tecnologia PHEV, la versione 4xe della Wrangler eroga 380 Cv di potenza massima combinata e una coppia massima di 637 Nm. Con consumi pari a circa 3,5 litri/100 km in modalità ibrida con un’autonomia che può superare i 50 km nel ciclo urbano, un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi e la modalità di guida E-Selec, è la Wrangler che può offrire la maggior capability mai commercializzata in Europa oltre che la più potente, efficiente, sostenibile e tecnicamente avanzata di sempre.

E oggi, grazie alla silenziosità della trazione elettrica, può garantire una esperienza ancora più a contatto con la natura, il terreno più frequentato dalle Jeep. Il nuovo American Premium Le nuove Wagoneer e Grand Wagoneer 2022 portano il premium suv in livelli inesplorati in termini di stile, confort e avventura. Grazie al nuovo design raffinato e autentico, le versioni a otto posti di Wagoneer e Grand Wagoneer rappresentano l’estensione premium del marchio Jeep. Esaltano la tradizione, il lusso e la qualità costruttiva americana ed offrono un’esperienza di classe superiore con una serie di vantaggi che vanno oltre il semplice servizio che di solito è riservato alla clientela più esigente.

1/17

Nell’ultimo decennio, il marchio Jeep ha ampliato la sua offerta di prodotti a livello globale con nuovi modelli come il suv compatto Jeep Renegade e la nuova Jeep Gladiator, il pick-up Jeep più performante di sempre. Inoltre, in termini di attività produttive, il marchio ha allargato la sua presenza, permettendo ai clienti in Europa, Brasile, India e Cina di poter accedere a modelli Jeep costruiti all’interno della propria regione. Questa gamma di prodotti sempre più diversificata e l’ampia presenza sul fronte produttivo, con 10 stabilimenti in 6 paesi al mondo, hanno consentito al Jeep di aumentare le proprie vendite negli ultimi dieci anni. Trazione e maneggevolezza di riferimento

Nel 1999 vengono introdotti due nuovi sistemi di trazione integrale. Il sistema Quadra-Trac II è una soluzione innovativa che trasferisce la coppia dall’assale posteriore a quello anteriore oltre che sui due lati, in modo che la coppia motrice sia immediatamente disponibile a tutte e quattro le ruote e che assicuri una trazione e una maneggevolezza uniche in qualsiasi condizione e senza alcun intervento da parte del conducente. Dall’unione di Quadra-Trac con i nuovi assi progressivi anteriore e posteriore Vari-Lok che trasmettono una coppia sensibilmente superiore alle ruote con una maggiore aderenza, ha debuttato il nuovo sistema Quadra-Drive.

Il primo Suv di Jeep Nel 1946, Willys-Overland presenta la prima station wagon con carrozzeria interamente in acciaio – la Willys Wagon – ma la grande novità arriva nel 1949, quando al veicolo viene aggiunta la trazione integrale dando vita al primo Suv. Capace di trasportare comodamente sette passeggeri, trainare un rimorchio e affrontare anche i tracciati più difficili, la Willys Wagon cambia completamente le regole del gioco. Disegnata da Brooks Stevens, la Wagon rimane in produzione per quasi 20 anni, un tempo decisamente più lungo di qualsiasi altra auto americana della sua epoca. Una Jeep 4x4 per la produzione di massa La CJ-2A del 1945 è il primo veicolo a trazione integrale destinato all’uso civile ad essere offerto al pubblico come prodotto di massa.

La CJ-2A utilizza la stessa architettura del modello MB, su cui introduce diversi miglioramenti significativi, tra cui il portellone posteriore che è di tipo abbattibile, la ruota di scorta montata lateralmente e i fari anteriori più grandi. Icona nata In tempo di Guerra Nel 1941, Willys-Overland si aggiudica il contratto come principale fornitore del nuovo veicolo militare da 1/4 tonnellate per il governo statunitense. Fino al 1945 la Jeep MB viene prodotta in oltre 350.000 unità e rappresenta la base per la progettazione della Jeep CJ che è stata prodotta prima della fine della grande guerra.

1/13

Le ultime news video

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA