a cura di Redazione Automobilismo - 18 giugno 2018

24 Ore di Le Mans: Toyota domina in LMP1, Porsche in GTE

Alonso, Nakajima e Buemi si aggiudicano la vittoria sul Circuit de la Sarthe, Vergne conquista la LMP2 e Porsche domina in GTE-Pro e Am.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/10

    Dopo gli ultimi anni non proprio fortunati, la Toyota TS050 Hybrid del Gazoo Racing Team si porta a casa una doppietta espugnando il Circuit de la Sarthe e vincendo la mitica 24 Ore di Le Mans. La gara più importante del mondiale WEC ha visto l’equipaggio Alonso-Buemi-Nakajima tagliare per primo il traguardo, subito seguito dal secondo equipaggio Toyota formato da Conway-Kobayashi-Lopez. Degno di nota l’ottima gara di Fernando Alonso che, pur avendo gli occhi di tutti puntati addosso, non ha commesso errori fatali arrivando addirittura a recuperare gli oltre due minuti di svantaggio dalla Toyota di Lopez.

    Vergne in LMP2

    Ma la ottantaseiesima 24 Ore di Le Mans è stata una gara importante anche per la G-Drive e l’equipaggio formato da Vergne, Rusinov e Pizzitola, che si sono portati a casa la vittoria di categoria in LMP2 distanziando fin da subito gli avversari con la Signatech Alpine Matmu A470 di Lapierre.

    Dominio Porsche

    La Casa di Zuffenhausen, grande assente di quest’anno in LMP1, può festeggiare alla grande i suoi 70 anni grazie alla doppia vittoria in GTE-Pro e Am. In categoria Pro Christensen, Estre e Vanthoor del team Porsche GT conquistano la prima posizione dopo un acceso duello con le Ford GT di Chip Ganassi che comunque portano a casa un degno terzo e quarto posto. In categoria Am Patrick Dempsey (Attore di Grey's Anatomy) e il Team Dempsey - Proton Racing salgono sul primo gradino del podio battendo le Ferrari del team AF Corse.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime