VW Golf GTI First Decade, l’ibrido al potere

25 maggio 2017
a cura di Redazione Automobilismo
VW Golf GTI First Decade, l’ibrido al potere
Dotata di un powertrain ibrido da 410 Cv, al momento è una semplice show car, ma non è escluso anticipi la prima Golf GTI ibrida della storia.

Tecnologia ibrida “pura”

Si chiama Golf GTI First Decade ed è la prima Golf GTI ibrida della storia. O meglio, è una concept che anticipa la declinazione ibrida della media sportiva tedesca. Presentata in occasione del Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo Volkswagen, è stata realizzata da un gruppo di tredici dipendenti della Casa di Wolfsburg e si avvale di un modulo ibrido da 410 Cv. Un powertrain che vede il consueto 4 cilindri 2.0 turbo a iniezione diretta della benzina lavorare congiuntamente a un’unità elettrica alimentata mediante una batteria da 12 kWh. Non si tratta, diversamente dalla “cugina” GTE, di un sistema plug in, quindi con gli accumulatori ricaricabili mediante una presa di corrente esterna, bensì di un’interpretazione “pura” della tecnologia ibrida.

Rete elettrica a 48 Volt

VW Golf GTI First Decade, l’ibrido al potere

Tra le particolarità della GTI Fist Decade spiccano la disponibilità di una rete elettrica a 48 Volt – un’innovazione tecnica portata al debutto dalla SUV Audi SQ7 – e la presenza di un sistema evoluto di recupero dell’energia in frenata. A livello estetico, la vettura beneficia di una livrea multicolore basata sulle diverse tonalità del blu e mutua dalla versione Clubsport lo spoiler al tetto. Degni di una show car i cerchi in lega da 20 pollici e l’impianto audio da 1.690 Watt corredato di 11 altoparlanti e di un subwoofer king size. Accessori perfettamente in tema con un raduno tuning quale il Wörthersee Meeting!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta