Volvo V90 XC Ocean Race: la navigatrice

31 ottobre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Volvo V90 XC Ocean Race: la navigatrice
Volvo celebra la competizione velica più dura al mondo con una versione speciale della propria wagon all terrain. Alle 4WD e all’assetto rialzato si accompagnano una serie di finiture esclusive.

Volvo sostiene la ricerca scientifica

Volvo V90 XC Ocean Race: la navigatrice

Duttilità, performance e capacità di adattarsi a ogni terreno sono i valori cardine della Volvo V90 Cross Country, ma anche dei partecipanti alla Ocean Race. La regata velica più difficile al mondo, partita il 22 ottobre da Alicante, in Spagna, e destinata a durare nove mesi portando i concorrenti lungo alcune delle rotte più impegnative del globo, è legata alla Casa svedese dal 2001 e, anche quest’anno, ha visto il costruttore nordico dedicare all’evento una versione speciale di una propria vettura. Ha così visto la luce la V90 Cross Country Ocean Race, prodotta in 3mila esemplari per i principali mercati globali.

Assetto rialzato di 60 mm

La V90 ispirata alla Ocean Race non rinnega le caratteristiche cardine del modello strettamente di serie. Vale a dire l’assetto rialzato di 60 mm, la trazione integrale e la presenza, oltre che dei paraurti specifici, delle cornici dei passaruota a contrasto e di slitte paracolpi sia all’avantreno sia al retrotreno. In aggiunta, la vettura si fregia di alcune peculiarità quali la livrea Crystal White abbinata a dettagli in grigio satinato e arancio, mentre in abitacolo spiccano i sedili in pelle con cuciture a contrasto e i tappetini in Econyl; un tessuto di Nylon riciclato, realizzato utilizzando le reti da pesca abbandonate.

Lotta contro l’inquinamento

Volvo V90 XC Ocean Race: la navigatrice

La versione speciale della V90 Cross Country, oltre a ispirarsi alla celebre regata intercontinentale, ha una finalità benefica. Per ogni esemplare realizzato, infatti, la Volvo devolverà 100 euro, per un totale di 300mila euro, a supporto del progetto Ocean Race’s Science Programme. Uno studio scientifico nato con l’obiettivo di raccogliere informazioni sull’inquinamento dei mari dovuto ai rifiuti plastici e realizzato grazie ai dati inviati proprio dai partecipanti alla competizione, così da analizzare le acque delle zone più remote degli oceani.

Gamma con potenze da 190 a 310 Cv

Sotto il profilo tecnico, la V90 XC condivide con la berlina S90 e con la Suv XC90 la piattaforma modulare SPA (Architettura di Prodotto Scalabile) oltre alle soluzioni multimediali e di sicurezza. La gamma motori include il quadricilindrico 2.0 turbo benzina nella configurazione da 250 Cv e 350 Nm, denominata T5, oppure nella versione sovralimentata mediante turbocompressore e compressore volumetrico (T6), in grado di erogare 310 Cv e 400 Nm. Sul fronte Diesel è disponibile il 2.0 biturbo da 190 Cv e 400 Nm (D4) o da 235 Cv e 480 Nm (D5). Unica la trasmissione automatica a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, fatta eccezione per la D4 che è proposta anche con una classica unità manuale a 6 marce.

Volvo V90 XC Ocean Race: la navigatrice
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta