Volkswagen I.D. Vizzion: il piacere della guida autonoma

9 March 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Volkswagen I.D. Vizzion: il piacere della guida autonoma
La berlina del futuro parlerà la lingua dell'intelligenza artificiale, della guida autonoma e della trazione elettrica.

Al Salone di Ginevra la Casa di Wolfsburg ha messo le carte in tavola. Dal 2020 la inizierà a lanciare una serie di nuovi modelli elettrici, vetture futuristiche che porteranno la guida autonoma di livello 5 al debutto entro il 2025. Ci stiamo riferendo alle prime tre vetture I.D. già presentate in passato, la compatta, la SUV e la monovolume, alle quali ora Volkswagen aggiunge la quarta vettura I.D., la berlina di domani.

Solo elettrica

Denominata I.D. Vizzion, la nuova concept elettrica sfrutta la spinta di due motori elettrici, uno per asse, e la capacità di una batteria posizionata sul fondo della vettura. La potenza complessivamente sprigionata è di 306 CV (225 kW), derivata dal motore anteriore da 102 CV (75 kW) e da quello posteriore da 204 CV (150 kW) mentre l'autonomia massima è di 665 km ed è stata ottenuta grazie al pacco batterie da 111 kWh. La trazione è naturalmente integrale, ognuno dei due motori elettrici si avvale di una trasmissione separata, in frenata ci si può avvalere della rigenerazione e la velocità massima raggiungibile è di 180 km/h. La ricarica della generosa batteria può, infine, avvenire sia tramite un sistema induttivo (wireless) che tramite il classico connettore CCS (Combined Charging System).

Volkswagen I.D. Vizzion: il piacere della guida autonoma

A misura d'uomo

Lunga 5,11 m e con un passo di 3,1 m, l'abitacolo della I.D. Vizzion si presenta come una sorta di salotto caratterizzato da una notevole abitabilità e spazio a bordo e da un elevato livello di comfort ricreato a misura d'uomo. Una volta aperte con lo sguardo le portiere, si avete letto bene perché la nuova concept elettrica adotta il riconoscimento facciale per l'accesso a bordo, ci si trova di fronte a un ingresso faraonico con portiere che si aprono elettricamente a 90 gradi senza un montante centrale. L'abitacolo è tanto tecnologico quanto minimalista e non passa di certo inosservata la completa mancanza di volante, cambio e pedaliera. Tutto il generoso spazio è occupato da quattro singoli sedili e da numerosi dispositivi tecnologici ma anche nel vano bagagli non le manda a dire garantendo una capacità di ben 565 litri.

Volkswagen I.D. Vizzion: il piacere della guida autonoma

Ti riconosce

Essendo priva di comandi fisici si può facilmente interagire con l'intelligenza artificiale tramite dei semplici comandi vocali e gestuali, ordini che vi permetteranno di gestire la berlina del domani e di lasciarvi coccolare mentre la vettura stessa vi porterà alla destinazione impostata. Si perché la I.D. Vizzion avrà anche la guida autonoma di livello 5 che, tramite scanner laser, sensori ultrasonici, radar e connettività car-to-X, sarà in grado di rilevare la presenza di ostacoli, pedoni e altre vetture. La stessa intelligenza artificiale, infine, sarà in grado di apprendere dalle vostre abitudini e saprà riconoscervi una volta a bordo così da regolare al meglio ogni parametro interno ed esterno della berlina elettrica.

Volkswagen I.D. Vizzion: il piacere della guida autonoma

Crea ologrammi

Con un abitacolo così futuristico anche gli esterni non potevano essere da meno. Ad impreziosire, infatti, una silhouette dopotutto non più di tanto futuristica ci pensano al posteriore un display Oled che si affianca ai fanali a doppia striscia Led mentre all'anteriore i fanali HD Matrix con tecnologia IQ Light che grazie a 8.000 punti luce sono in grado di proiettare per terra disegni utili e rappresentativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta