Tre nuove versioni ampliano la gamma del SUV Alfa, la Stelvio

25 febbraio 2017
Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/24
    Con Stelvio Business, Stelvio Super e Stelvio Executive salògono a cinque le varianti del nuovo crossover Alfa, che aggiunge il 2.0 Turbo benzina da 280 CV e il 2.2 Diesel da 210 CV ai motori del debutto.

    Tre nuove versioni ampliano la gamma del suv alfa, la stelvio

    Stelvio, il primo SUV Alfa Romeo, dopo la First e la Quadrifoglio, da oggi è disponibile in tre nuove versioni, Stelvio Business, Stelvio Super e Stelvio Executive, disponibili con 9 tinte di carrozzeria e 9 cerchi in lega da 17" a 20". L'allestimento Business, disponibile solo con motore Diesel, ha il sistema Alfa Connect 2D Nav 6,5'', i fari Bi-Xenon 35W con tecnologia AFS, i fendinebbia a led e gli specchietti richiudibili elettricamente; più ricca la versione Super con cerchi in lega da 18", sedili in tecno-leather e tessuto disponibili in tre combinazioni di colore, plancia e pannelli porta in tre tonalità, battitacco con inserto in acciaio, fari Bi-Xenon 35W con tecnologia AFS e specchietti richiudibili elettricamente. Infine l'allestimento Executive con Alfa Connect 3D Nav 8,8'', sintonizzatore radio DAB, display TFT a colori da 7'', sensori di parcheggio anteriori e posteriori, telecamera posteriore con griglie dinamiche di ausilio al parcheggio, sistema di regolazione automatico degli abbaglianti, Keyless entry, luci di cortesia su maniglie esterne, Blind Spot Monitoring con Rear Cross-Path Detection, parabrezza atermico, specchio retrovisore interno elettrocromico e specchi retrovisori esterni elettrocromici.

    Il veicolo è realizzato nel rinnovato stabilimento FCA di Cassino con una tecnologia moderna che assicura un comportamento dinamico da vera sportiva, con ottimale distribuzione dei pesi, sterzo diretto e sospensioni con tecnologia esclusiva AlfalinkTM e impiega materiali leggeri come la fibra di carbonio per l'albero di trasmissione e l'alluminio per motore, sospensioni, cofano, parafanghi, portiere e portellone. Con una lunghezza di 4,68 m la carrozzeria rientra nell'ambito delle vetture compatte, pur con una linea che esprime forza e dinamicità; all'interno un ambiente pulito ed essenziale nel quale risaltano cura artigianale e materiali pregiati. Tutto in funzione del guidatore, come dimostrano il tunnel diagonale, la plancia leggermente ondulata e il volante piccolo e diretto per adattarsi a tutti gli stili di guida.

    Il nuovo SUV adotta il sistema integrale Alfa Romeo Q4 e, a richiesta, può essere equipaggiato con il differenziale posteriore autobloccante meccanico. Sotto il cofano due nuovi quattro cilindri: il 2.0 Turbo benzina da 280 CV e il 2.2 Diesel da 210 CV; la gamma sarà completata con altri nuovi propulsori tra cui il 2.0 Turbo benzina da 200 CV e il 2.2 Diesel da 180 CV, entrambi con cambio automatico a 8 marce e trazione integrale Q4. Il 2.2 Diesel da 180 CV sarà anche disponibile con la sola trazione posteriore.

    Numerosi i sistemi di sicurezza: l'Integrated Brake System che combina il controllo di stabilità con il tradizionale servofreno per una una sensibile riduzione dello spazio di frenata, i sistemi "Forward Collision Warning" e "Autonomous Emergency Brake" con riconoscimento pedone, che avvisano il conducente in caso di potenziale collisione frontale per mezzo di segnali sonori e poi attivando il sistema frenante,  il "Lane Departure Warning, che avverte il conducente in caso di abbandono involontario della corsia. La dotazione include inoltre il Blind Spot Monitoring (BSM) con Rear Cross-Path Detection che monitorano continuamente le zone cieche posteriori su entrambi i lati del veicolo e avvisano il guidatore in caso di situazione di potenziale rischio. Non ultimo, il Cruise Control Adattativo che adegua automaticamente la velocità in base alla situazione del traffico.

     

     

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta