Tesla Roadster: the game changer

17 novembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Tesla Roadster: the game changer
La seconda generazione della sportiva elettrica americana è a dir poco stupefacente. Può contare su 10.000 Nm di coppia e scatta da 0 a 96 km/h in 1,9 secondi. Prezzi da 170.000 euro.

1.000 km di autonomia

Tesla Roadster: the game changer

Più che un sasso, è un vero e proprio missile nello stagno! Tesla scardina l’esistente presentando la seconda generazione della sportiva elettrica Roadster. Una vettura che la Casa americana non esita a definire “l’auto più veloce del Pianeta”. Una supercar a batteria che promette di spostare in alto, molto in alto, l’asticella delle performance a zero emissioni. A un prezzo base di 200.000 dollari (circa 170.000 euro); incomparabilmente inferiore alle cifre necessarie per stringere tra le mani il volante di hypercar dalle prestazioni simili.

4WD e tre motori elettrici

Tesla Roadster: the game changer

Non ha nulla a che vedere con la prima generazione della sportiva californiana. Quella vettura, incipit della saga del brand americano, venne prodotta dal 2008 al 2012 sulla base del telaio modificato della Lotus Elise. La nuova Roadster, diversamente, è una supercar che si candida a Tesla più performante di sempre. La più potente, la più costosa e, oltretutto, l’auto con la maggiore autonomia mai realizzata da Elon Musk. Non solo, potrà contare su 10.000 Nm di coppia (!). Un valore monstre cui si accompagnano una batteria da ben 200 kWh e un’autonomia di quasi 1.000 km a ogni ricarica (998 km, per la precisione). Mossa da tre motori elettrici – uno in corrispondenza di ciascuna ruota al retrotreno, il terzo all’avantreno – può contare sulla trazione integrale a gestione elettronica così da scattare da 0 a 96 km/h in 1,9 secondi e raggiungere una velocità massima di 402 km/h.

Caparra di 42mila euro

Diversamente dal passato, la nuova Tesla Roadster è caratterizzata da un abitacolo 2+2 e dalla configurazione di carrozzeria targa, con il tetto in vetro amovibile e riponibile sotto al cofano anteriore. Raffinata l’aerodinamica, caratterizzata dal fondo piatto, da un imponente estrattore e da appendici integrate che non “sporcano” la linea della vettura. Attesa sul mercato entro il 2020, la nuova Tesla Roadster può essere prenotata versando una caparra di circa 42mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta