Pedoni, hanno sempre ragione?

11 settembre 2015
Pedoni, hanno sempre ragione?
Continua la nostra collaborazione con gli esperti ARAG,la compagnia leader di mercato nel ramo assicurativo della tutela legale. Questa volta abbiamo scelto...

Pedoni, hanno sempre ragione?

Abbiamo raccolto l’invito di un lettore che ci chiede per quali ragioni gli automobilisti sono quasi sempre considerati responsabili dei danni subiti dai pedoni. La questione è stata sottoposta ad ARAG, vista la cinquantennale esperienza nella gestione di sinistri di Tutela Legale. ARAG si carica delle spese per la difesa dell’automobilista, sottoposto a procedimento penale con incriminazioni che possono andare dalle semplici lesioni personali colpose fino all’omicidio colposo. Le norme sulla circolazione dei veicoli sono destinate a rendere consapevoli i conducenti sulla necessità di usare una particolare diligenza, proprio per evitare lesioni e danneggiamenti che, nel caso dei pedoni, possono essere molto gravi.

L’attenzione di chi guida deve concentrarsi non solo sul proprio veicolo ma anche sui prevedibili comportamenti degli altri soggetti presenti sulla strada, come per esempio l’attraversamento della carreggiata da parte di un pedone disceso qualche attimo prima da un mezzo di trasporto pubblico. Grandi alleati degli automobilisti restano sempre il buon senso, frutto anche dell’esperienza, e la prudenza. Tutti possiamo comunque rimanere esposti ai capricci del destino e pertanto non essere responsabili dell’accaduto. Ciò accade quando il comportamento della persona investita ha caratteristiche del tutto eccezionali e anomale, tale da risultare per se stesso in grado di causare l'evento.

E’ il caso dell’automobilista che si trova nell’oggettiva impossibilità di notare in tempo utile il comportamento della vittima, perché esso è stato posto in essere in modo rapido, inatteso, e quindi imprevedibile. Le polizze di Tutela Legale di ARAG "Circolazione Protetta" e "Famiglia Protetta” coprono le spese legali per la difesa penale degli assicurati che hanno involontariamente commesso un reato ai danni di un altro utente della strada, compresi i pedoni. Inoltre, invertendo il punto di osservazione, le stesse polizze assicurano anche le spese legali degli assicurati quando essi stessi sono vittime di un investimento in veste di pedone o di ciclista e vogliono ottenere il giusto risarcimento. Una tutela legale a tutto tondo con la medesima polizza.

Sposta