Skoda Superb MY17: colpi di cesello

6 giugno 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Skoda Superb MY17: colpi di cesello
Restyling a tutta sostanza per l’ammiraglia ceca che mutua il sistema multimediale dalla rinnovata VW Golf. Dotazione di sicurezza molto completa e meccanica immutata.

Restyling sì, ma in abitacolo

Skoda Superb MY17: colpi di cesello

La terza generazione della Skoda Superb, sul mercato dal 2015, si rinnova senza cambiare volto. Il restyling dell’ammiraglia ceca non prevede infatti interventi a livello estetico; gli upgrade sono piuttosto concentrati sul sistema multimediale, le dotazioni di sicurezza, il design dei cerchi in lega e gli accessori volti a rafforzare il comfort di bordo.

Comandi vocali e gestuali

Parole d’ordine multimedialità. La Superb MY17 si avvale di un nuovo sistema d’infotainment, derivato dalla recentemente rinnovata Volkswagen Golf e caratterizzato, nella versione top di gamma Columbus, dai comandi vocali e gestuali, tipo swipe. Una tecnologia i cui perni sono il display da 9,2 pollici al centro della consolle e l’interazione con gli smartphone sia Android sia iOS, oltre alla possibilità di ricaricare induttivamente i device portatili. Dotazioni hi-tech cui si accompagna la connessione Wi-Fi di bordo. Non meno curato il reparto sicurezza, forte della frenata anticollisione multipla, dell’arresto automatico in caso di collisione imminente, del controllo della trazione evoluto, del cruise control adattivo, della segnalazione di superamento involontario della linea di corsia e dell’indicatore d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco nonché del riconoscimento della segnaletica stradale e della gestione automatica degli abbaglianti.

Skoda Superb MY17: colpi di cesello

Comunicazione agevolata

Alla ricca dotazione di sicurezza condivisa con il vecchio modello si aggiungono le nuove funzioni del sistema di parcheggio autonomo, ora in grado di frenare l’auto in caso d’ostacolo in manovra, e la disponibilità della chiamata d’emergenza, di serie a partire dalla versione Ambition. Attraverso l’applicazione Skoda Connect App è inoltre possibile gestire da remoto l’apertura di porte e finestrini nonché individuare la vettura in parcheggio. Quanto agli accessori di pregio, tipici della terza generazione dell’ammiraglia ceca, sono confermati i sedili riscaldabili, il tetto panoramico in vetro e il climatizzatore trizona. La seduta del guidatore diviene ventilabile e corredabile della funzione massaggio oltre che delle memorie per le regolazioni elettriche. L’attenzione al comfort viene ulteriormente rafforzata dalla tecnologia Digital Voice Enhancement – una novità – che cattura la voce dei passeggeri anteriori e la trasmette agli occupanti del divanetto, e viceversa, attraverso gli altoparlanti dell’auto.

Trazione anteriore o integrale

Skoda Superb MY17: colpi di cesello

Sotto il profilo estetico, come accennato, l’unica differenza rispetto al passato consiste nel debutto d’inediti cerchi in lega da 19 pollici. Confermata la meccanica. La Superb, basata sul pianale modulare MQB del Gruppo Volkswagen, il medesimo della “cugina” Passat, si avvale dei noti motori turbo a iniezione diretta della benzina 1.4 TSI da 150 Cv – corredato della disattivazione parziale dei cilindri – e 2.0 TSI da 280 Cv. La gamma dei td si articola attorno a due propulsori: 1.6 TDI da 120 Cv e 2.0 TDI da 150 o 190 Cv. Trasmissioni manuale a 6 marce o automatica a doppia frizione DSG e trazione anteriore o integrale con frizione Haldex di quinta generazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta