Singer 911 DLS: la Porsche 964 più estrema di sempre

15 July 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/22
    Il preparatore statunitense ha dato vita a un modello super prestazionale della mitica Porsche 964 del 1990.

    Frutto della collaborazione tra l’azienda di preparazione californiana e del reparto progettazione della Williams F1, la Singer 911 DLS ha fatto la sua comparsa al Goodwood Festival of Speed 2018 davanti alla folta folla di spettatori.

    Estetica funzionale

    Con una carrozzeria in carbonio interamente riprogettata dal punto di vista aerodinamico, la nuova 911 DLS, acronimo di Dynamics and Lightweighting Study, è la 964 più prestazionale ed estrema di sempre. Ogni nuovo componente è stato realizzato in carbonio così da contenere i pesi, l’intera silhouette è stata ridisegnata così da migliorarne l’aerodinamica senza snaturare il design originale mentre il paraurti anteriore e l'alettone posteriore sono stati ripresi dalla Carrera RS 2.7 del 1970. Nell’abitacolo, invece, fanno bella mostra di se il carbonio, la pelle che riveste i sedili, i sedili della Recaro, il volante della Momo e il quadro strumenti specifico con indicatore di cambiata.

    Singer 911 DLS: la Porsche 964 più estrema di sempre

    Meccanica di classe

    A spingere la Singer 911 DLS ci pensa il 3.6 flat six aspirato e raffreddato ad aria della Porsche 964, maggiorato a 4.0 litri e dotato di iniettori della benzina ispirati alla Formula 1, valvole in titanio e di un nuovo sistema di lubrificazione. Così modificato il motore è in grado di erogare la bellezza di 500 CV, scaricati sulle singole ruote posteriori tramite un cambio manuale Hewland a 6 rapporti con scatola del cambio di magnesio, e di raggiungere ben 9.000 giri/minuto. Sotto pelle, infine, sono state inserite nuove sospensioni alleggerite con molle specifiche, impianto frenante carboceramico Brembo, cerchi BBS da 18 pollici in magnesio con pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 e sistemi ABS ed ESC by Bosch completamente disattivabili.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta