Tecnica, così sono state blindate Pantere e Gazzelle di Polizia e Carabinieri

31 luglio 2015
  • Salva
  • Condividi
  • 1/27
    La Casa spagnola ha recentemente vinto la gara d’appalto per la fornitura di volanti in Italia alla Polizia di Stato e all' Arma dei Carabinieri. Ma come vengono modificate? Un nuovo video...

    Tecnica, così sono state blindate pantere e gazzelle di polizia e carabinieri

    Loading the player...

    Seat ha recentemente consegnato le prime Leon su cui viaggeranno Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri. Per la prima volta Polizia e Carabinieri useranno stessa vettura: la Seat Leon. Il marchio che, lo ricordiamo appartenente al Gruppo Volkswagen, ha vinto la gara d’appalto per la fornitura iniziale di 206 vetture, 100 destinate alla Polizia di Stato e 106 all’Arma dei Carabinieri, con la possibilità di una fornitura totale fino a 4.000 unità nel corso dei prossimi 3 anni.

    Finora sono già stati raccolti 925 ordini, di cui 475 “pantere” e 450 “gazzelle”.  Le SEAT Leon volanti e radiomobili sono equipaggiate con il noto 2.0 TDI da 150 CV con cambio manuale a 6 rapporti che contraddistingue le versioni FR e, oltre a sfoggiare una nuova livrea con diverse modifiche grafiche, sono state preparate ed equipaggiate con particolari dotazioni volte a rispondere alle delicate e specifiche esigenze delle Forze dell’Ordine.

    Le vetture sono prodotte in Spagna presso lo stabilimento SEAT di Martorell (nei pressi di Barcellona), e vengono trasferite in Italia per la successiva trasformazione presso la N.C.T. – Nuova Carrozzeria Torinese di Chivasso (azienda che dal 2003 trasforma ed equipaggia la gran parte delle vetture in uso alle Forze dell’Ordine), con il supporto e il contributo degli esperti della qualità SEAT e di Volkswagen Group Italia.

    La cerimonia di consegna: 

    In fase di sviluppo delle “pantere” e delle “gazzelle” sono stati effettuati rigorosi test per garantire l’affidabilità e la qualità del prodotto, tra cui oltre 16.000 km percorsi dai prototipi e più di 100.000 movimenti di apertura/chiusura porte.Tutte le vetture sono coperte da un pacchetto di garanzia e manutenzione della durata di sei anni o 150.000 km a tutela della qualità originale del prodotto, e possono contare sulla completezza dei servizi offerti dai tecnici SEAT su tutto il territorio nazionale.

    TEST SEVERI
    Sono numerosi i test che queste particolari vetture devono superare. Ovviamente indenni. Parliamo di proiettili sparati a 1400 km/h contro il parabrezza. E' stato modificato e rinforzato ed ora è spesso  22 millimetri; sopporta tutti i colpi sparati a raffica. Così fanno le portiere, che sono blindate (livello protezione B4) con una resistenza alle munizioni da 44 a 357 Magnum. Quando il test è finito, i tecnici controllano i risultati. Se ci fossero stati degli agenti  in auto, nessuno avrebbe subito lesioni.

    Il secondo test è sempre rivolto verso i cristalli della vettura, ma questa volta per vedere se reggono alle sassaiole o al lancio di pietre pesanti. I vetri stratificati si piegano, ma non si frantumano o si rompono pericolosamente in mille pezzi. Trasformare la Leon è un processo lungo e faticoso. Anche l'equipaggiamento interno è modificato con porta armi e giubbotti antiproiettili fissati sul cielo della Leon, la gabbia per i "passeggeri" posteriori, e ancora i lampeggianti, impianto comunicazione radio e navigatore GPS. Seguono altre severe prove, anche dinamiche, con 100.000 operazioni di apertura/chiusura delle portiere,  30.000 chilometri percorsi ininterrottamente  senza sosta con fermate solo per rifornire l'auto e cambiare il guidatore  e test di inseguimento a oltre 200 km/h. Solo allora la Leon è completamente attrezzata per far parte delle forze di polizia italiane.

     

    La blindatura delle vetture:

     

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Loading the player...
    Sposta