Seat: al via i test in 5G per la guida del futuro

19 August 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Seat: al via i test in 5G per la guida del futuro
Una Seat Ateca è stata usata per alcuni test di guida connessa, assistita e autonoma su strade aperte al traffico tramite la futura rete mobile 5G.

Come già altre volte vi abbiamo detto, i moderni sistemi di assistenza e sicurezza alla guida potranno entrare pienamente in funzione solamente quando tutte le auto saranno in grado di comunicare in modo veloce e affidabile tra di loro e con le infrastrutture che le circondano. Una tecnologica che viene chiamata V2X e che per funzionare necessita di moderne reti mobili con standard 5G per la trasmissione dei dati. Queste moderne reti consentiranno di trasferire grossi quantitativi di dati ad alta velocità, con latenze bassissime e con un’affidabilità nettamente maggiore. Serviranno, infatti, per mettere in comunicazione le auto tra di loro o per trasferire informazioni tra le auto e i parcheggi, i semafori, le telecamere per il traffico e quelle sparse per la città adibite alla sicurezza.

Seat: al via i test in 5G per la guida del futuro

Un’Ateca speciale

Ecco che nei giorni scorsi a Segovia (Spagna), il Brand spagnolo Seat, l’azienda Telefonica e il colosso Nokia hanno dato vita a una serie di test di guida connessa, assistita e autonoma su strade aperte al traffico tramite la futura rete mobile 5G. Il veicolo utilizzato era una Seat Ateca, appositamente equipaggiata con la connettività di ultima generazione e con uno speciale server, in grado di comunicare con altri veicoli e con le infrastrutture, di elaborare i dati in poche frazioni di secondo e di informare in caso di pericolo tramite il quadro strumenti. Sfruttando, infatti, la modalità V2X (Vehicle 2 everything), i sensori presenti nei semafori o agli incroci e l’elevata velocità di trasmissione dei dati, questa particolare Seat Ateca è stata in grado di comunicare con il semaforo in “real time” così da sapere se l’auto avesse o meno il tempo sufficiente per superare il semaforo prima che scattasse il rosso o se svoltando a destra in una curva cieca si potessero trovare dei pedoni in fase di attraversamento.

Seat: al via i test in 5G per la guida del futuro

In futuro è qui

Questa tecnologia potrà in futuro aiutare i conducenti informandoli per esempio sulla presenza di ingorghi sulle autostrade, di incidenti nascosti o di ostacoli dietro una curva sulla strada che si sta percorrendo, sulla possibilità di trovare posteggi liberi nelle vicinanze. Non ci resta quindi che attendere la piena diffusione delle reti 5G che consentiranno il pieno avvento di queste importantissime tecnologie di sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta