Renault e la sua vocazione sportiva

3 aprile 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Renault e la sua vocazione sportiva
Una completa gamma di vetture destinate a chi ama la guida emozionale quella di Renault, che dalle GT alle RS offre differenti interpretazioni di sportività per una clientela ampia e variegata.

Renault e lo sport: una vocazione oggi declinata per tutti

Quella per auto sportive ed il motorsport è una passione che per Renault parte da lontano. Sono infatti 115 anni che il marchio della Losanga scrive pagine importanti nella storia del motorismo sportivo e offre modelli che trasferiscono tutta l’emozione e l’adrenalina delle corse anche per clienti “di tutti i giorni”. 115 anni che però non hanno spento minimamente la passione della Casa francese per le competizioni dove, anzi, è più attiva che mai. Formula 1, Rally con formule dedicate ai giovani e Formula E, oltre naturalmente al trofeo monomarca Clio Cup. Un fortissimo investimento che trova poi conferma anche nella produzione di serie. Renault ha infatti una gamma completamente rinnovata, dove l’attenzione per crossover ed elettriche non le ha però fatto dimenticare i tanti appassionati di vetture sportive.

Se è vero che fino a 25 anni fa le sportive compatte occupavano il posto che oggi spetta a SUV e crossover nelle attenzioni del pubblico e nei numeri di vendita (ricordiamo le Clio 16V e Williams che contendevano alle 205 GTI le preferenze dei giovani e degli appassionati), è altrettanto vero che esiste ancora uno zoccolo duro di appassionati che ricercano il massimo piacere di guida abbinato a vetture “accessibili”. Per accontentare questa nicchia ed alimentare la passione per il marchio, Renault ha in catalogo una serie di proposte differenti che vanno dagli allestimenti estetici GT Line, alle pistaiole RS e RS Tro­phy.

Per divertirsi guidando una vettura compatta bastano 15.700 Euro. A questa cifra si può accedere al mondo GT con la Twingo che in questa pepatissima configurazione turbo da 110 CV esalta le sue doti dinamiche e la sua unicità di trazione e motore posteriore. A chi apprezza l’immagine sportiva, ma non richiede prestazioni differenti da quelle offerte dai moderni ed efficienti pacchetti che Renault offre su tutta la sua gamma, sono disponibili gli allestimenti GT Line. Clio, Clio Sporter, Mégane e Mégane Sporter, che mantengono in queste versioni medesime prestazioni e contenimento dei consumi delle sorelle “normali”, ma sfoggiano una veste sportiva e distintiva.

Salendo di gamma ci sono poi le versioni che alla forma abbinano anche tanta sostanza strettamente derivata dalle competizioni. Mégane GT (la supersportiva RS arriverà nel primo semestre del 2008), con potenze di 165 CV per la diesel e 205 per la benzina, offre performance, dinamica di guida e può contare anche su telaio 4Control e raffinatezza. Il top della sportività è oggi rappresentato da Clio RS e RS Trophy. 200 o 220 CV, tre differenti telai, Launch Control, telemetria e scarico Akrapovic con terminali in carbonio (opzione da 1.500 Euro), sono solo alcuni dei plus di queste auto uniche ed esaltanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta