SOCIAL

CERCA

Il nuovo numero punta da subito i riflettori sulla nuova C3, modello fondamentale della gamma Citroen. Ma il programma non finisce qui: Honda NSX, Alfa Giulia e la gamma Maserati

Documentario Porsche, la vittoria a Le Mans

Le Mans, domenica 14 giugno 2015, il trio composto da Earl Bamber (NZ), Nico Hülkenberg (DE) e Nick Tandy (GB) con la Porsche 919 Hybrid ottiene la 17a vittoria assoluta per Porsche. Un lungo documentario Porsche, 50 minuti, propone ora tutte le fasi salienti della "missione" Le Mans, dalla progettazione iniziale della 919 Hybrid a Weissach, ai collaudi sino alla vittoria finale. ..

Le Mans, domenica 14 giugno 2015, il trio composto da Earl Bamber (NZ), Nico Hülkenberg (DE) e Nick Tandy (GB) con la Porsche 919 Hybrid ottiene la 17a vittoria assoluta per Porsche. L’auto gemella si è aggiudicata il secondo posto con Timo Bernhard (DE), Brendon Hartley (NZ) e Mark Webber (AUS). Per la quarta volta Porsche ha conquistto una doppia vittoria dopo quelle del 1971, 1987 e 1998.  Notevole l 'impegno profuso per raggiungere il risultato con un team Porsche che, al completo, era composto da 120 persone. Il team vincente ha percorso 5382,82 km ( 395 giri) e la  velocità media della Porsche 919 Hybrid è stata di 224,2 km/h. La velocità massima ottenuta in gara? 340,2 km/h raggiunta da Mark Webber.

La Porsche 919 Hybrid ha inoltre prodotto e utilizzato qualcosa come 2,22 Kilowattora/giro (8 megajoule) di energia elettrica, se fosse stata una centrale elettrica, avrebbe alimentato per tre mesi un’abitazione unifamiliare. Per coprire l’intera distanza di gara, le tre 919 Hybrid hanno utilizzato 116 pneumatici.

Un lungo documentario Porsche, 50 minuti, propone ora tutte le fasi della "missione" Le Mans, dalla progettazione iniziale della 919 Hybrid a Weissach, ai collaudi sino alla vittoria finale. 

Buona visione:

 

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia