Porsche 911 GT2 RS: record al Ring

28 settembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Porsche 911 GT2 RS: record al Ring
La 911 di serie più veloce e potente di sempre conquista il record al Nürburgring, strappando lo scettro alla Lamborghini Huracán Performante. Il video dell’impresa.

Oltre 184 km/h di media

Porsche 911 GT2 RS: record al Ring

Schiaffo e controschiaffo. La Lamborghini Huracán Performante aveva fatto segnare un tempo record di 6’52” lungo la Nordschleife? Ebbene, la Porsche non ci sta e grazie alla nuova 911 GT2 RS riconquista lo scettro del Nürburgring. Con un giro in 6’47”3 a 184,11 km/h di media, la coupé di Zuffenhausen è la nuova regina, tra le vetture di serie, dell’Inferno verde.

6 cilindri boxer 3.8 biturbo da 700 Cv

Il tempo fatto registrare dalla GT2 RS è a dir poco straordinario, specie perché inferiore anche a quanto ottenuto dalla hypercar 918 Spyder, dotata di una monoscocca in carbonio, della trazione integrale e di ben tre motori, vale a dire un V8 4.6 a benzina aspirato da 608 Cv e due unità a zero emissioni che portano la potenza complessiva a 887 Cv e la coppia a 1.280 Nm. Del resto, una Porsche 911 così veloce e potente non si era mai vista. Protagonista assoluto è il 6 cilindri boxer 3.8 a iniezione diretta della benzina, sovralimentato mediante due turbocompressori a geometria variabile. Un’unità che sprigiona 700 Cv e 750 Nm di coppia. Valori da capogiro, considerando che nella configurazione dedicata alla Turbo S non si spinge oltre 580 Cv. Un risultato ottenuto grazie all’adozione di una coppia di turbine maggiorate, di un impianto di scarico completo in titanio e alla nebulizzazione d’acqua sugli intercooler, così da favorire il raffreddamento.

Un passo da urlo col pacchetto Weissach

Il record della 911 GT2 RS è stato stabilito lo scorso 20 settembre con pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 omologati per l’uso stradale. Entrambi i piloti impegnati, vale a dire Lars Kern e Nick Tandy, hanno percorso cinque giri al di sotto dei 6’50”, a dimostrazione non solo di una performance straordinaria, ma anche di un passo insostenibile per la concorrenza. I due esemplari impegnati potevano contare sul pacchetto Weissach – divenuto celebre proprio grazie alla 918 Spyder – foriero di un dimagrimento di 30 kg e forte delle ruote in magnesio (anteriori da 20” e posteriori da 21” calzanti coperture 265/35 e 325/30), dei componenti aerodinamici in fibra di carbonio (tetto incluso), dei mozzi in ceramica, della bulloneria in titanio e della rimozione parziale dei rivestimenti fonoassorbenti.

Trazione posteriore e cambio Pdk

Porsche 911 GT2 RS: record al Ring

La GT2 RS, è bene ricordare, è disponibile unicamente con la trasmissione a doppia frizione Pdk a 7 rapporti, mentre la trazione, da tradizione per la famiglia GT2, è posteriore. La nuova creatura di Zuffenhausen scatta così da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 340 km/h, complice il peso contenuto in 1.470 kg grazie allo scarico in titanio, al cofano anteriore in carbonio, al tetto in magnesio e al massiccio ricorso ai compositi. Analogamente alla Turbo S e alla GT3 RS, la nuova GT2 RS si affida al retrotreno sterzante. Completano il pacchetto tecnico i freni carboceramici, mentre l’aerodinamica prende spunto dalla GT3 RS, come confermato dalle feritoie in corrispondenza dei passaruota anteriori. Il prezzo della nuova GT2 RS è di 293.700 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta