Peugeot 308 restyling

8 maggio 2017
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/8
    Si rinnova la berlina e wagon francese. Debuttano un inedito motore 1.5 BlueHDi da 130 cv e la versione evoluta del tricilindrico a ridotte emissioni 1.2 turbo benzina da 130 cv. Il 2.0 td da 180 cv può ora contare su di un cambio automatico a 8 rapporti della Aisin

    Al debutto il MY17 della Peugeot 308

    Restyling di metà carriera per la berlina e wagon Peugeot 308, sul mercato dal 2013. A una generale rinfrescata delle linee e alla disponibilità, per tutti gli allestimenti, delle luci diurne a Led si accompagnano novità meccaniche di primo piano. La media francese si avvale infatti, per la prima volta nella propria storia, di un cambio automatico a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia – fornito dallo specialista Aisin e denominato EAT8 – in sostituzione della precedente trasmissione a 6 marce. Un’unità abbinabile alla sola motorizzazione 2.0 BlueHDi da 180 cv e profondamente integrata con la tecnologia Start&Stop, al punto da consentirne l’intervento anche in movimento, così da spegnere il propulsore già quando la velocità scende sotto i 20 km/h, a tutto vantaggio della riduzione dei consumi.
    Non meno rilevanti il debutto del motore 1.5 BlueHDi, turbodiesel common rail a iniezione d’urea da 130 cv, e della versione evoluta del 1.2 PureTech (turbo a iniezione diretta della benzina) da 130 cv. Quest’ultimo ora dotato del filtro anti particolato, così da contenere le emissioni inquinanti rispettando la direttiva Euro 6c. Il restyling della Peugeot 308 si completa quindi con il rinnovamento dell’impianto multimediale, completo della connettività Apple CarPlay e Android Auto, dei comandi vocali e della navigazione satellitare TomTom Traffic Live, oltre che con l’arricchimento delle dotazioni di sicurezza; divengono disponibili, nel dettaglio, il cruise control adattivo e la frenata automatica d’emergenza.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta