La copertina del numero di novembre è dedicata alla Fiat 1400 appartenuta a Tazio Nuvolari....
E' in edicola il nuovo numero di Automobilismo d'Epoca

Patente di guida: quando scade e come si rinnova

Diverse volte nella vita dell’automobilista capita di doverla rinnovare: la scadenza varia in base all’età ma coincide con il compleanno, qui tutte le informazioni per rinnovare la patente dell'auto (o moto) e i costi

Patente di guida: quando scade e come si rinnova

 

Che sia la patente auto o moto (quindi di categoria B o A), poco cambia: prima ogni 10 anni e poi con frequenza sempre maggiore in base all’età la si deve rinnovare. Novità interessante introdotta nel 2012 è la scadenza che coinciderà con il giorno del compleanno in modo che sia più facile da ricordare ma attenzione: le attuali scadenze non verranno modificate, solo al primo rinnovo dall’entrata in vigore di questa norma sarà applicata la nuova data.

 

OGNI QUANTO SCADE
La durata della patente viene stabilita dall’età anagrafica: rinnovo ogni 10 anni per gli automobilisti fra i 18 e i 50 anni, rinnovo ogni 5 per chi ne ha fra 51 e 70, ogni 3 se si è fra 71 e 80 e oltre questa soglia si rinnova ogni 2.

 

COME FARE E QUANTO COSTA
Sarà una visita medica a decretare la vostra abilità o meno alla guida ed anche ad imporre eventuali prescrizioni (ad esempio l’obbligo delle lenti). Generalmente ci si serve del medico dell’azienda sanitaria locale ma esistono anche altre possibilità (medici del lavoro, dei Vigili del fuoco, etc; per l’elenco delle autorità sanitarie competenti fate riferimento all’art. 119 del Codice della Strada). In alcuni casi, invece, bisogna fare riferimento alla Commissione medica locale, in particolare se a) ci siano situazioni cliniche che possano far sorgere dubbi sull’idoneità alla guida b) per rinnovare patenti speciali.

 

Al momento della visita è necessario portare l’attestazione del versamento di €9,00 sul c/c 9001 (bollettino prestampato in distribuzione presso gli uffici postali e gli uffici motorizzazione), una marca da bollo di € 16, un documento di identità valido. Se la visita ha esito positivo, il medico rilascia all’interessato un documento provvisorio che consente di circolare fino all'arrivo della nuova patente (per un massimo di 60 giorni) e invia telematicamente una comunicazione della conferma di validità al Ministero. Infine, va aggiunto ai costi l'onorario del medico che effettua la visita, mediamente 30 euro. Un tempo il Ministero spediva al domicilio dell'interessato un tagliando adesivo che attestava la validità della patente di guida; oggi, invece, non viene più inviato il bollino ma il duplicato della patente con la data di scadenza aggiornata. Entro 60 giorni, dicono i documenti ufficiali ma per esperienza dobbiamo dubitarne. Ad ogni modo, per avere informazioni sullo stato della pratica è possibile contattare il numero verde 800 232323.

 

MULTE SALATE CON LA PATENTE SCADUTA
E per chi circola con la patente scaduta? In questo caso è previsto il ritiro della patente e una multa che va da 148 a 594 euro, come previsto dall’articolo 126 del Codice della Strada. Inoltre, si rischia di subire la rivalsa della propria assicurazione in caso di incidente.

 

IN CASO DI SMARRIMENTO O FURTO?
Perdere i documenti è sempre una seccatura, se non altro per la trafila necessaria per rifarli. Vi rimandiamo ad un altro nostro articolo per avere tutte le info su come ottenere un duplicato della patente di guida.

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia