Opel Astra: ora con il 1.6 BiTurbo diesel

21 July 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/9
    Il nuovo motore da 150 CV e 350 Nm con tecnologia SCR rispetta la più recente normativa anti inquinamento Euro 6d-Temp.

    La Casa di Rüsselsheim ha introdotto una piccola ma importante novità nella gamma della nuova Astra. Non si tratta ne di una modifica a livello estetico e nemmeno di una a livello tecnologico ma di un aggiornamento a livello dei propulsori.

    Minori consumi ed emissioni

    Sotto il cofano della compatta del Fulmine, sia 5 porte che Sports Tourer, sarà ora possibile trovare l’inedito motore da 1.6 litri 4 cilindri biturbo diesel. Si avete capito bene, Opel punta ancora sul diesel e lo fa con una nuova unità, capace di ben 150 CV e 350 Nm tra 1.500 e 2.250 giri, che, merito della tecnologia SCR con iniezione di AdBlue, è pure in grado di rispettare l’ultimissima normativa Euro 6d-Temp.

    Opel Astra: ora con il 1.6 BiTurbo diesel

    Maggiori prestazioni

    Questo nuovo motore permette alla tedesca di scattare nello 0-100 km/h in soli 9,0 secondi, di passare da 80 a 120 km/h in ultima marcia in soli 7,1 secondi e di raggiungere una velocità massima di ben 225 km/h. Il tutto a fronte di consumi nel ciclo misto di appena 4,8 litri ogni 100 km e di emissioni di CO2 dell’ordine di 127 g/km. Valori rilevati secondo il nuovo ciclo di omologazione WLTP.

    Solo manuale e anteriore

    Disponibile per ora unicamente con la trazione anteriore e il cambi manuale a 6 rapporti, la Opel Astra biturbo attacca il listino con un prezzo base di 27.100 euro, rendendo disponibili tutti i classici allestimenti previsti per la compatta di Rüsselsheim.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta