Ford TDCI addio, arriva la nuova famiglia EcoBlue

29 aprile 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5
    Volkswagen presenta il nuovo 1.5 TSI a benzina? Ford risponde con una nuova unità 2.0 turbodiesel Ecoblue che sostituisce il 2.2 TDCi e sarà disponibile inizialmente in 3 step di potenza 105 , 130 e 170 cv. Fa parte di una nuova famiglia di motori...

    Ford tdci addio, arriva la nuova famiglia ecoblue

    Loading the player...

    Volkswagen presenta il nuovo 1.5 TSI? Ford risponde con una nuova unità 2.0 turbodiesel Ecoblue a iniezione diretta. Come per la famiglia a benzina Ecoboost, la nuova gamma a gasolio denominata EcoBlue include una serie di motori con un delta di potenza compreso tra i 100 e i 240 cavalli. La nuova unità 2.0 litri EcoBlue sarà inizialmente disponibile su due mezzi commerciali, il Transit e Transit Custom e in 3 step di potenza 105, 130 e 170 cv.  Successivamente, sarà offerto anche sulle vetture della Casa e verrà affiancato da una più piccola unità da 1.5 litri.

    2.2 TDCI ADDIO
    Rispetto al precedente 2.2 TDCi che sostituisce, offre il 20% in più di coppia da appena 1.250 giri/min. Non solo, le emissioni di Co2 sono state ridotte di circa il 10% sul Transit. L' architettura tutta nuova del propulsore ha permesso di ridurre gli attriti e di ottenere un sistema di combustione più pulito. I più sofisticati sistemi di post-trattamento dei gas di scarico consentono emissioni molto più basse , in linea con le severe normative Euro VI (Stage VI) che verranno introdotte nel settembre 2016, che richiedono un 55 per cento di riduzione delle emissioni di NOx rispetto agli standard Euro V.

    INIETTORI
    Tra le novità, un nuovo sistema di aspirazione, un turbocompressore a bassa inerzia, nuovi materiali per resistere a temperature più elevate e un nuovo sistema di iniezione ad alta pressione che offre una risposta più pronta ai comandi del gas. Nuovi iniettori sono in grado di attivare sino a 6 iniezioni per singola combustione, una ogni 250 microsecondi (0,00025 sec) erogando appena 0,8 mg di gasolio. Questo minuscolo volume di combustibile viene iniettato attraverso otto fori conici ciscuno del diametro di 120 micron. La tecnologia piezoelettrica che utilizza cristalli elettricamente "sensibili" per controllare da vicino l'erogazione del carburante - sinora presenti nei motori delle autovetture premium - è incorporato nel corpo dell' iniettore.

    TURBO
    Il nuovo turbocompressore compatto è stato specificamente progettato per fornire un maggior volume d'aria a un più basso numero di giri motore rispetto all' uscente motore TDCi da 2,2 litri. Il nuovo 2,0 litri eroga sino a 340 Nm di coppia massima da appena 1,250 giri/min. Il diametro della turbina , realizzata in Inconel, una lega in grado di resistere a temperature estreme è stato ridotto di quasi il 15%. La riduzione diminuisce di fatto l'inerzia e permette alla turbina di raggiungere i 240.000 giri/min migliorando le prestazioni e contribuendo ad aumentare la coppia ai bassi regimi. Un nuovo attuatore del  turbocompressore dimezza i tempi di risposta portandoli a soli 110 millisecondi. 

    Il motore 2.0 litri Ecoblue è stato progettato dagli ingegneri Ford in Gran Bretagna e Germania. La nuova unità, sottolinea la Casa, rispetta gli elevati standard di durata commerciale dei veicoli globali di Ford per l'uso estremo in mercati diversi come l'Europa, gli Stati Uniti e la Cina.Le prestazioni del motore sono state sperimentate attraverso l'equivalente di 3,4 milioni di miglia di test di durata, di cui 250.000 effettuati dai clienti nel mondo reale. 

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta