VIDEO: Nuova Toyota Yaris WRC, un inizio promettente

27 luglio 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7
    Il team TOYOTA GAZOO Racing WRC ha lavorato per nove mesi allo sviluppo della Toyota Yaris WRC. Ha fatto la sua prima uscita ufficiale in primavera sui veloci sterrati finlandesi, prima di spostarsi verso il sud Europa...

    Video: nuova toyota yaris wrc, un inizio promettente

    Il team TOYOTA GAZOO Racing WRC ha lavorato per nove mesi allo sviluppo della Toyota Yaris WRC. Ha fatto la sua prima uscita ufficiale in primavera sui veloci sterrati finlandesi, prima di spostarsi verso il sud Europa. In totale ha già percorso oltre 5.000 km.  

    PROGRAMMA
    L’intensivo programma di test ha confermato le potenzialità della vettura che sarà protagonista al Mondiale Rally 2017. “Da maggio ad oggi abbiamo lavorato duramente e svolto infinite sessioni di prove per farci trovare pronti all’appuntamento della prossima stagione" spiega Tommi Mäkinen, Responsabile Team TOYOTA GAZOO Racing WRC" La seconda macchina ci ha consentito di accelerare il ritmo e diversificare i collaudi. Abbiamo intenzione di testare la vettura su qualsiasi superficie e in qualsiasi condizione, questo è ciò che ci serve per affrontare il 2017 nelle condizioni ideali.”

    DUE MODELLI
    Nell’ottica di massimizzare ed accelerare il programma di sviluppo, una seconda Toyota Yaris WRC è stata affiancata alla prima. “L’adozione di una seconda vettura nasce dalla volontà di diversificare la fase di sviluppo." aggiunge Tom Fowler, Chief Engineer WRC" abbiamo un team in Finlandia impegnato esclusivamente a garantire alla vettura la massima affidabilità e resistenza con un programma di test dedicato a motore e trasmissione. Il secondo team si occupa invece del sistema di sospensioni ed è dislocato in sedi diverse, prevalentemente nella penisola iberica.

    Ad oggi non abbiamo ancora svolto test su asfalto, ma posso anticiparvi che la performance sulle altre superfici è davvero impressionante e l’assenza di problemi tecnici rilevanti fino ad oggi è per noi molto incoraggiante.” 

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta