La nuova ŠKODA Kodiaq alla tappa finale del Tour de France

26 luglio 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/91
    Il nuovo SUV ŠKODA è stata la guest star dell’ultima giornata della Classica francese. Il debutto ufficiale nella sua veste definitiva è previsto per il primo settembre, intanto...

    La nuova Škoda kodiaq alla tappa finale del tour de france

    La nuova ŠKODA Kodiaq ha aperto l’ultima tappa del recente Tour de France, da Chantilly a Parigi. Con un’inedita livrea, l’auto ha preceduto  il gruppo lungo gli Champs-Elysée fino al traguardo. A guidare il nuovo modello, l’irlandese Stephen Roche, ex professionista delle due ruote, vincitore del Tour nel 1987 e brand ambassador della Casa della Freccia Alata.

    Sono circa 14.000 le sfaccettature che hanno nascosto alla vista le forme definitive dell’auto. Quattro specialisti hanno impiegato 120 ore per applicare i circa 21 mq di pellicola sulla carrozzeria di Kodiaq e il risultato richiama idealmente la ŠKODA Superb, Red Car di questa edizione del Tour de France, con funzione di centro di controllo mobile al servizio del Direttore di Gara Christian Prudhomme.

    Le foto del Kodiaq in livrea definitiva saranno diffuse il 1 settembre mentre il modello debutterà ufficialmente in occasione del prossimo Salone dell’Auto di Parigi. Kodiaq segna l’inizio della offensiva ŠKODA nel segmento dei SUV.

    Con una lunghezza di 4,7 metri, il nuovo SUV vanta il vano bagagli più ampio del segmento e offre su richiesta la configurazione a 7 posti, con 2 sedili in terza fila. Kodiaq, che arriverà sul mercato nei primi mesi del 2017, offrirà estese possibilità di connessione, insieme ai più moderni sistemi di assistenza e di infotainment.

    Per il tredicesimo anno consecutivo, la Casa boema è stata Official Partner del Tour de France e mette a disposizione dell’evento ben 250 automobili, con funzioni di organizzazione e supporto. Nelle 3 settimane di gara, la flotta di automobili ŠKODA ha percorso complessivamente circa 2,8 milioni di km.

     

    Qui i primi video: 

     

     

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta