Nuova Peugeot 308 Racing Cup, nata per correre

12 luglio 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/31
    Gli ingegneri di PEUGEOT SPORT hanno mostrato sin dall'inizio un grande interesse per la 308. Dal loro know-how è nata la 308 GTi by PEUGEOT SPORT, il modello stradale più estremo in gamma. Hanno voluto, però, andare oltre sviluppando una versione da corsa. Il risultato...

    Nuova peugeot 308 racing cup, nata per correre

    Gli ingegneri  PEUGEOT SPORT hanno mostrato sin dall'inizio un grande interesse per la 308. Dal loro know-how è nata la 308 GTi by PEUGEOT SPORT, il modello stradale più estremo in gamma (qui la nostra prova completa). Hanno voluto, però, andare oltre sviluppando una versione da corsa. Il risultato si chiama 308 Racing Cup.

    Equipaggiata con lo stesso motore 1,6 L THP della 308 GTi by PEUGEOT SPORT, la 308 Racing Cup eroga 308 cavalli nella sua prima fase di sviluppo, ossia 38 cavalli in più della versione stradale. Per lasciare maggior spazio alle ruote, i codolini sono stati modificati e la larghezza complessiva è stata così portata a 1910 mm, ossia 106 mm in più rispetto alla 308 GTi by PEUGEOT SPORT. Il suo alettone, destinato a stabilizzare maggiormente il retrotreno, si ispira direttamente al regolamento del WTCC. I paraurti sportivi , così come lo spoiler, sono specifici e, oltre alla funzione aerodinamica, conferiscono un aspetto più aggressivo.
     


    L’estetica della vettura è completata da cerchi specifici da 18’’ abbinati a pneumatici slick o rain (27/65).

    Gli ingegneri hanno potenziato i freni
    , in particolare con pinze a 6 pistoncini e ottimizzato il cambio, un 6 rapporti a comando sequenziale con paddle al volante. Anche il peso fa parte delle priorità. Quello della PEUGEOT 308 Racing Cup sarà contenuto fra i 1000 e i 1050 kg. PEUGEOT 308 Racing Cup sarà disponibile a fine 2016 per i clienti di tutto il mondo.

    E’ destinata a succedere alla RCZ Racing Cup nell’ambito delle Formule Promozionali, ma anche nelle gare riservate alle berline turismo: il VLN (Germania), il CER (Spagna), il CITE (Italia), il BGDC (Belgio) o a campionati endurance come le « 24H series ».

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta