CONSUMI: Anche Opel pubblica dati più realistici

1 agosto 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/17
    ll primo ad effettuare un ' operazione trasparenza in tema emissioni e consumi è stato il Gruppo PSA. Ora arriva, a breve distanza , anche Opel e lo fa con un sito dedicato...

    Consumi: anche opel pubblica dati più realistici

    La prima ad effettuare un ' operazione trasparenza  è stata Peugeot. Ora arriva, a breve distanza, anche Opel che ha dato il via all'iniziativa per una maggiore trasparenza su consumi ed emissioni annunciata lo scorso dicembre.

    Su un sito web specifico (qui il link) e prima dell'entrata in vigore dei nuovi requisiti di legge per la comunicazione dei consumi, Opel diventa dunque il primo costruttore automobilistico tedesco a pubblicare volontariamente i dati rilevati attraverso il più realistico ciclo di guida WLTP (Worldwide Harmonized Light Duty Vehicles Test Procedure) accanto ai dati ufficiali e richiesti dalle leggi attualmente in vigore relativi ai consumi nel ciclo di guida NEDC (New European Driving Cycle).

    I consumi ufficiali nel ciclo NEDC sono generalmente inferiori rispetto ai dati pubblicati su base volontaria e basati sul ciclo di guida WLTP. Chi visita il sito web non troverà solo i dati relativi ai consumi, ma potrà anche scoprire come utilizzare al meglio queste nuove informazioni, conoscere in modo più approfondito il ciclo di guida WLTP e ricevere consigli utili per risparmiare carburante. Il sito web contiene una pagina con le risposte alle domande più comuni (FAQ).

    “Opel vuole essere trasparente”, ha dichiarato William Bertagni, Vice President Vehicle Engineering Europe. “Per questo motivo pubblichiamo volontariamente i dati relativi al ciclo di guida WLTP accanto ai dati obbligatori relativi ai consumi e alle emissioni nel ciclo di guida NEDC. Iniziamo da nuova Astra 5 porte e Sports Tourer, pubblicando un intervallo di valori tratti dalle varie fasi del ciclo di guida WLTP, con i minimi e i massimi relativi a ciascun abbinamento di motore e trasmissione.”

    CICLO WLTP
    L'attuale ciclo di guida NEDC determina i valori nel ciclo “urbano, extraurbano e misto” in base a un profilo di guida teorico, mentre il ciclo di guida WLTP si serve di profili di guida “reali” tratti da un'indagine statistica mondiale. Il ciclo di guida WLTP si divide in quattro parti caratterizzate da diverse velocità medie: bassa, media, elevata e molto elevata.

    Ogni sezione del ciclo contiene diverse fasi di guida, fermate, accelerazioni e frenate, che rappresentano profili di guida quotidiana.

    L'intervallo di valori pubblicato da Opel viene definito come segue: il valore inferiore rappresenta la misurazione minima rilevata dalle quattro fasi del ciclo di guida WLTP, ovvero il consumo del veicolo con l'equipaggiamento che corrisponde ai consumi inferiori per l'abbinamento specifico di motore e trasmissione. Il valore superiore rappresenta la misurazione più elevata delle quattro fasi del ciclo di guida WLTP, ossia il consumo del veicolo con la dotazione che produce un consumo maggiore per il relativo abbinamento di motore e trasmissione.

    Il ciclo di guida WLTP è ampiamente accettato nel settore ed è stato sviluppato secondo le linee guida del World Forum for Harmonization of Vehicle Regulations (Forum mondiale per l'armonizzazione delle regolamentazioni sui veicoli) dell'UNECE (United Nations Economic Commission for Europe - Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite) per rappresentare più da vicino l'esperienza quotidiana dei clienti.

    I dati ottenuti sono confrontabili a livello mondiale, a differenza dei valori del ciclo di guida NEDC, validi solo per l'Europa.

    Rispetto al ciclo di guida NEDC, il test WLTP è più coerente con i consumi di carburante registrati nel traffico reale. Il ciclo si basa su rigide procedure che prendono in considerazione dinamiche di guida e temperature ambiente più realistiche. Condotto in laboratorio per definire uno standard armonizzato a livello mondiale, il test prevede la percorrenza di distanze superiori; velocità medie e massime più elevate; fermate più brevi; e un maggior numero di decelerazioni e accelerazioni.



    PROVE AL BANCO
    La distanza percorsa nel ciclo di guida WLTP, per esempio, è pari a 23 chilometri (11 km nel ciclo di guida NEDC); le fermate rappresentano solo il 13% (25%); e la velocità massima è di 130 km/h (120 km/h).

    I consumi nel ciclo misto NEDC dell' Astra 5 porte equipaggiata con motore Turbo 1.4 litri ECOTEC a iniezione diretta da 150 CV, cambio manuale a sei rapporti e start/stop, sono pari a 5,1-4,9 litri per 100 chilometri e le emissioni di CO2 a 117-114 g/km. L'intervallo dei consumi di carburante per lo stesso modello secondo il ciclo WLTP, misurato in base a quanto sopra, è di 8,5-5,0 l/100 km. Con il motore diesel CDTI 1.6 litri da 110 CV, il cambio manuale a sei rapporti e start/stop, i consumi di Astra 5 porte nel ciclo misto NEDC equivalgono a 3,4-3,3 l/100 km (emissioni di CO2 di 91-88 g/km). L'intervallo dei dati relativi al consumo dello stesso modello nel ciclo di guida WLTP, misurato secondo quanto sopra, risulta pari a 5,7-4,2 l/100 km.


    L'intervallo basato sul ciclo WLTP offre una rappresentazione migliore dei consumi di carburante nella guida quotidiana “reale” rispetto ai valori registrati con il ciclo NEDC, ma i dati sono sempre calcolati utilizzando un ciclo di guida standardizzato e predefinito su un banco prove.

    Questo significa che il consumo di carburante effettivo in condizioni specifiche della vita reale può comunque differire rispetto a questi valori (per esempio se si guida ad alta velocità in autostrada) e può registrare valori superiori a quelli indicati. 

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta