Nissan X-Trail 2017: svolta hi-tech

4 giugno 2017
Nissan X-Trail 2017: svolta hi-tech
Si rinnova la Suv nipponica. Al look aggiornato si accompagnano una dotazione di sicurezza al top, completa della guida semi autonoma ProPilot, un abitacolo più raffinato e un sistema multimediale d’ultima generazione.

In concessionaria a ottobre

Nissan X-Trail 2017: svolta hi-tech

Nissan ha scelto un palcoscenico nobile quale la finale di Champions League Juventus-Real Madrid a Cardiff, in Galles, per presentare la nuova X-Trail. Il restyling della Suv giapponese si basa su di una lieve rivisitazione delle linee, volta a conferire maggiore imponenza all’immagine della vettura, sull’adozione di materiali di qualità superiore in abitacolo e, soprattutto, sul debutto di sistemi multimediali e di sicurezza d’ultima generazione. Una “ricetta” in linea con il trend del momento. La nuova X-Trail debutterà nelle concessionarie italiane a ottobre.

Cresce la capacità di carico

Disponibile come in passato in versione sia a cinque sia a sette posti, la nuova X-Trail si avvale della calandra “V Motion”, introdotta dalla più recente generazione della Micra, di paraurti ridisegnati con inserti in nero lucido, di fendinebbia rivisti – ora sono rettangolari anziché circolari – e d’inediti gruppi ottici assistiti dalla gestione adattiva dell’illuminazione oltre che dalla tecnologia Led. Novità, come accennato, anche in abitacolo, dove fanno la propria comparsa un volante dall’estrazione sportiva, caratterizzato dalla parte inferiore della corona piatta, rivestimenti di qualità superiore al passato, la possibilità di reclinare lo schienale del divanetto e la funzione di riscaldamento estesa a tutte le sedute. Dulcis in fundo, la capacità di carico passa dai precedenti 550/1.982 litri agli attuali 565/1.996 litri e debutta il sistema Luggage Board System che permette di collocare ripiani e divisori secondo nove diverse configurazioni.

Arriva la tecnologia ProPilot

Nissan X-Trail 2017: svolta hi-tech

Non esiste nuovo modello che non possa contare su di un impianto multimediale d’ultima generazione. Una “regola” alla quale non fa eccezione la nuova X-Trail che, nell’allestimento top di gamma Tekna, si fregia del sistema audio Bose Premium a 8 altoparlanti, corredato della radio digitale (per la prima volta di serie), della navigazione satellitare e di un display touchscreen con un’interfaccia grafica più intuitiva. L’aspetto hi-tech della Suv nipponica viene ulteriormente rafforzato dal debutto della tecnologia ProPilot, in grado di gestire autonomamente volante, acceleratore e freni della X-Trail durante la marcia in autostrada, a patto di non cambiare corsia. Analogamente a quanto accaduto per la “sorella minore” Qashqai, proprio l’assistenza alla guida è il fiore all’occhiello del restyling della Suv giapponese, dato che alla frenata automatica d’emergenza si affianca il monitoraggio del traffico durante la retromarcia.

Trazione anteriore o 4WD

Nulla cambia sotto il profilo tecnico, dato che la gamma motori si compone, lato gasolio, dei quadricilindrici 1.6 dCi e 2.0 dCi da, rispettivamente, 130 e 177 Cv, mentre lato benzina l’unica proposta è costituita dal 1.6 DIG-T (turbo a iniezione diretta) da 163 Cv. I turbodiesel, nel dettaglio, sono disponibili con il cambio automatico Xtronic del tipo a variazione continua (CVT), quale alternativa alla più classica trasmissione manuale a 6 rapporti, e con le 4WD. Tutti i propulsori sono abbinabili, nel caso del 1.6 turbo benzina in via esclusiva, alla trazione anteriore.

Nissan X-Trail 2017: svolta hi-tech
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta