Dossier, la nuova Nissan GT-R 2017 in 50 foto e 10 video

30 maggio 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/98
    Nissan affina la GT-R con il MY 2017, svelato in anteprima mondiale al Salone Internazionale dell’Auto di New York lo scorso marzo...

    Pagina 1

    La Nissan GT-R 2017 ha fatto il suo debutto mondiale al Salone Internazionale dell’Auto di New York lo scorso marzo, aggiornata con una nuovo aspetto sia all’interno che all’esterno, oltre ad essere profondamente migliorata dal punto di vista delle prestazioni con interventi in aree chiave quali il telaio, significativamente rinforzato, e la maggior potenza dal suo V6 3,8 litri 24 valvole bi turbo.



    DESIGN
    La parte anteriore della vettura è caratterizzata dal nuovo disegno del cofano, dal paraurti anteriore, dalle luci di marcia diurne (DRL) e da una nuova finitura cromata opaca della griglia “V-motion”, nuova peculiarità del design Nissan. Questa caratteristica griglia è stata allargata per incrementare il flusso d’aria di raffreddamento del motore, senza generare un’ulteriore resistenza aerodinamica e la modifica della sua forma si fonde uniformemente con il nuovo cofano, la cui rigidità strutturale è stata incrementata. 


    Eliminando le nervature del cofano, i test hanno dimostrato che migliorano decisamente le prestazioni aerodinamiche nella zona anteriore del veicolo alle velocità più elevate (oltre 200 Km/h). Tutte le modifiche estetiche della GT-R sono state orientate al miglioramento delle prestazioni aerodinamiche; più specificamente al miglioramento dell’efficienza aerodinamica in tre aree chiave: generazione di deportanza, riduzione della resistenza aerodinamica e miglioramento del raffreddamento degli apparati vitali del veicolo.



    Lo scopo era massimizzare il flusso d’aria di raffreddamento, tenendo allo stesso tempo sotto controllo la resistenza aerodinamica (cioè, non aumentare la resistenza aerodinamica in un’area della vettura a scapito del miglior raffreddamento/flusso d’aria in un’altra.) Oltre alla nuova griglia e al cofano, è stato leggermente esteso e abbassato di alcuni millimetri il profilo curvo della parte anteriore sotto lo spoiler, così da incrementare il flusso d’aria sul suo bordo più basso. È stata comunque mantenuta l’altezza dal suolo del modello precedente. Dando poi una nuova forma al bordo inferiore dei longheroni laterali della vettura, è stata ridotta la quantità di aria che passa sotto la scocca, contrastandone la portanza e migliorando la stabilità.

    Anche i montanti posteriori sono stati ridisegnati nella parte superiore con una forma che consente una migliore gestione del flusso d’aria ed evita la generazione di piccolo vortici. Il posteriore della GT-R continua ad essere caratterizzato dai suoi fanali tondi ma, guardandoli da vicino, si nota un diffusore argentato e le nuove prese d’aria laterali, inserite accanto all’uscita del quadruplo scarico in titanio per migliorare l’aerodinamica dell’auto.

    Le minigonne laterali sono più ampie in rapporto alla carrozzeria, per far sembrare l’auto più larga e aggressiva. La sezione del paraurti posteriore ora comprende lo stesso disegno della GT-R NISMO che indirizza meglio l’aria verso la parte più bassa del posteriore vettura. Ciò ha comportato una minore interferenza tra i gas di scarico e il flusso d’aria lungo la parte posteriore laterale del paraurti per un migliore smaltimento del calore. Per la nuova GT-R 2017 sono state progettate nuove eleganti ruote in lega con razze a Y prodotte dalla RAYS che offrono migliore bilanciamento, peso ridotto, maggiore robustezza e rigidità.

     

    INTERNI

    Il nuovo abitacolo è più lussuoso ed esclusivo. Rivestito completamente in Nappa di alta qualità il nuovo cruscotto si presenta con un “flusso orizzontale” che offre agli occupanti anteriori una sensazione di solidità, e il gruppo strumenti è orientato verso il conducente. Per adeguarsi con l’obiettivo di prestazioni estreme della GT-R, lo strato dell’imbottitura che si trova sotto la pelle è realizzato con un nuovo materiale più sottile, per contribuire alla generale riduzione di peso, pur conservando una consistenza al tatto di alta qualità. In tutto l’abitacolo la pelle è  cucita da una maestro artigiano.

    La configurazione del cruscotto centrale è stata migliorata e semplificata, riducendo il numero dei comandi integrati di navigazione e audio, dai 27 interruttori del modello precedente, ai soli 11 della versione 2017. I comandi e il display del sistema di navigazione sono stati alloggiati leggermente più in basso sul pannello strumenti, per una maggiore facilità d’uso ed una migliore visibilità, sia per il guidatore che per il passeggero.

    Anche il layout di nuovo disegno del sistema di navigazione è stato migliorato con quadranti che ora sono ricavati da una pregiata lega di alluminio, per migliorare la funzionalità e la sensazione tattile. Il monitor touch panel più grande, da 8 pollici, presenta grandi icone sullo schermo del display che consentono di gestire con facilità il sistema audio, il sistema di navigazione, i comandi del telefono e degli altri infotainment.

    Per i mercati USA, Canada e Cina sono anche disponibili servizi telematici. La disposizione delle icone può essere totalmente personalizzata secondo le preferenze dell’utilizzatore e un nuovo comando del display, posto sulla consolle centrale in fibra di carbonio, consente di intervenire facilmente senza dover toccare il monitor: una caratteristica che risulta particolarmente comoda quando si viaggia ad alta velocità.

    Inoltre, il sistema multi funzione consente al guidatore di personalizzare i parametri o le informazioni più importanti relative al funzionamento della vettura (comprese temperatura liquido di raffreddamento, temperatura olio motore, pressione olio motore, temperatura olio trasmissione, pressione olio trasmissione, pressione sovralimentazione del turbo ecc.)

    CAMBIO
    I paddle del cambio sono adesso montati direttamente sul volante
    (invece che sulla colonna dello sterzo), consentendo al guidatore di selezionare il rapporti della trasmissione doppia frizione a 6 marce, senza togliere le mani dal volante in fase di sterzata. Gli schienali del guidatore e del passeggero anteriore, nei modelli Premium e Pure, sono stati riprogettati per offrire una più elevata qualità di marcia, grazie a un migliore supporto e confort, e presentano all’interno dei sostegni laterali una schiuma poliuretanica rimodellata per trattenere meglio il busto.

    Il risultato è un minor scivolamento nella guida sportiva e un ridotto affaticamento nei lunghi viaggi. Riconfigurando la rete di supporto all’interno della struttura degli schienali, il team di progettazione è stato in grado di alleggerirne il peso riducendo allo stesso tempo i punti di pressione sul busto del guidatore e del passeggero anteriore, così da offrire una seduta più rilassata. 

    MOTORE E TRAZIONE

    La potenza del motore 3,8 litri V6 24 valvole bi-turbo della GT-R è stata incrementata di 20 CV rispetto al modello dello scorso anno. Attualmente eroga 419 kW 570 cv a 6.800 g/m, ottenuti, in parte, grazie all’incremento della pressione di sovralimentazione e al sistema della distribuzione che è controllata in ogni singolo cilindro –una tecnologia in precedenza riservata alla GT-R NISMO-.

    Queste modifiche consentono un valore di coppia più elevato in una gamma di giri più ampia (3.200 g/m ed oltre). Questo si traduce in maggior potenza e quindi maggior accelerazione nella fascia intermedia. Sempre come la GT-R NISMO, controllando con maggior precisione la distribuzione in ogni cilindro, il battito in testa (detonazione imprecisa) risulta ridotto in modo significativo, migliorando al contempo le emissioni in virtù di una combustione efficiente e più pulita del carburante.

    Denominato “VR38DETT,” il motore presenta camere dei cilindri con rivestimento a spray di plasma (invece di camicie in acciaio fuso) con attrito ridotto, minor peso, miglior raffreddamento, migliore erogazione della potenza e riduzione dei consumi. È anche dotato di: un sistema di condotte simmetriche e indipendenti di aspirazione e di scarico con due turbine ad alte prestazioni; un sistema secondario di gestione dell’aria per ridurre le emissioni nelle partenze a freddo; un sistema di raffreddamento dell’olio a controllo termostatico; una pompa di recupero olio per mantenere il flusso dell’olio nelle turbine e un sistema laterale di lubrificazione a carter secco e umido.

    Ogni motore è assemblato a mano dal principio alla fine in una “camera sterile” da un tecnico altamente addestrato. Sulla parte anteriore di ogni motore è apposta una targhetta di alluminio che riporta il nome del maestro TAKUMI che lo ha costruito.

    Nuovo è anche il sistema di scarico in titanio che meglio sopporta le alte temperature dei gas di scarico del motore. Il sistema comprende una condotta NACA sul sottoscocca del veicolo, appena davanti al silenziatore, che indirizza l’aria nella zona del diffusore posteriore per contribuire a raffreddare il silenziatore e ad evacuare l’aria calda da questa zona della vettura.

    DOPPIA FRIZIONE
    Il sistema di gestione dei cambi marcia nella trasmissione sequenziale doppia frizione a 6 marce è stato aggiornato per offrire una maggiore dolcezza di funzionamento ed efficienza in una moltitudine di situazioni di guida. Quando per esempio la vettura incomincia a muoversi da ferma accelerando leggermente, il passaggio dal 1° al 2° rapporto è adesso molto più dolce rispetto a prima. Nella GT-R precedente, quando la vettura iniziava a muoversi con un filo di gas, la coppia veniva ridotta, provocando a sua volta una risposta pigra.

    Sulla GT-R 2017, in circostanze analoghe, la coppia del motore non viene limitata, contribuendo a migliorare la dolcezza dell’accelerazione iniziale anche quando si usa poco l’acceleratore. Ancor più, la tonalità dello scarico è notevolmente più discreta per un’esperienza più piacevole durante la guida normale di tutti i giorni. In condizioni di guida a basso carico -come nella guida in città o in un’area di parcheggio– la maggior precisione dell’attuatore di cambiata consente alla trasmissione di funzionare più dolcemente.




    INTEGRALE
    La coppia erogata dal motore è trasferita alle quattro ruote della GT-R attraverso il primo transaxle indipendente al mondo: l’ ATTESA E-TS. Durante la guida normale, la GT-R si comporta come un veicolo a trazione posteriore, con la ripartizione della coppia fissata a 0:100; può tuttavia essere regolata fino a una ripartizione 50:50 in funzione della velocità, dell’accelerazione laterale, dell’angolo di sterzo, dello slittamento degli pneumatici, del tipo di superficie stradale e della velocità d’imbardata.

    Uno speciale sensore, specifico per la GT-R, misura la differenza tra la velocità d’imbardata calcolata in base all’angolo di sterzata e la velocità d’imbardata reale rilevata sia dal sensore stesso che da quello che misura i G, e ripartisce conseguentemente la coppia. Il layout della Piattaforma Premium Midship della GT-R prevede che la trasmissione, il ripartitore di coppia e la trasmissione finale siano collocate nella parte posteriore del veicolo, senza l’utilizzo di tradizionali organi della trasmissione, in modo da permettere alla sospensione di operare in maniera indipendente, ottimizzando la distribuzione dei pesi e incrementando l’aderenza degli pneumatici in curva.

    La Casa nipponica non ha  ancora diffuso le prestazioni del MY2017, ma non dovrebbero discordarsi molto da quelle del modella attuale con uno 0-100 km/h assolto in soli 2,8 secondi e una punta massima di 315 km/h.  

    ASSETTO E SOUND

    Per il 2017 la maneggevolezza e le prestazioni della nuova GT-R sono state portate ad un livello ancora superiore, promettono in Nissan, grazie ad un sistema di sospensioni perfezionato ed una scocca più rigida a beneficio della guidabilità e ad una migliore stabilità complessiva del veicolo. Una intensa revisione progettuale ha interessato l’area del parabrezza, alloggiato nei montanti anteriori, per aumentare la rigidità strutturale anteriore, che si traduce in una riduzione della deformazione e in un risposta più precisa in inserimento di curva.

    I rinforzi operati nel bagagliaio hanno garantito un incremento della rigidità posteriore della vettura. I livelli di rigidità all’anteriore e al retrotreno sono così più uniformi con il risultato che il telaio è meglio bilanciato. Lo speciale ammortizzatore regolabile Bilstein® DampTronic della GT-R -che utilizza le informazioni provenienti dai numerosi sistemi del veicolo per fornire valori di smorzamento appropriati ed un controllo ad alto livello in ogni condizione di guida- è stato migliorato grazie a una nuova collocazione della valvola che riduce le perdite per attrito.

    I punti rigidi di ancoraggio delle sospensioni migliorano anche la risposta e la stabilità in curva permettendo alle ruote di mantenere un migliore contatto con la superficie stradale, anche quando vengono sollecitate con carichi più elevati. Come nel modello precedente, rimane la regolazione individuale a tre livelli, Confort, Normale ed “R” del cambio, del controllo di stabilità VDC e delle sospensioni Damp Tronic. Nel MY 2017 queste ultime sono state ottimizzate nelle modalità Confort ed “R”.

    La nuova regolazione Confort ha fatto registrare valori di carico verticale inferiori rispetto al modello precedente, con un migliore assorbimento delle asperità. Nella modalità “R”, grazie all’incremento della rigidità strutturale, il veicolo raggiunge la stessa velocità d’imbardata della versione precedente ma con un minore angolo di sterzata e con una risposta più precisa e immediata dello sterzo.

    A proposito dello sterzo, il sistema della GT-R –a pignone e cremagliera, sensibili alla velocità, con cremagliera in alluminio, fissaggio a quattro punti e supporti rigidi- fornisce una risposta più precisa nella guida grintosa, con sforzo ridotto nei tragitti urbani. Nella prova in pista, la nuova GT-R ha dimostrato la sua efficace prontezza in curva, con un tempo nello slalom del 4% inferiore rispetto al modello precedente.

    FRENI
    La potenza frenante è garantita dalle pinze Brembo® monoblock, a sei pistoncini all’anteriore e quattro al posteriore, e da dischi forati totalmente flottanti da 390 mm davanti e da 381 mm dietro, realizzati in due pezzi in acciaio basso-legato e morsi da pastiglie a elevata rigidità che minimizzano il fading e riducono gli spazi d’arresto. Le pinze sono montate con attacco radiale, tipico delle vetture da competizione, per minimizzare la flessione nelle frenate estreme. Grazie alla migliorata rigidità strutturale del telaio e della carrozzeria, a un sistema di sospensioni più efficiente e al montaggio di pneumatici con maggiore rigidità laterale, la Nissan GT-R 2017 ricompensa il conducente con una migliore manovrabilità, una maggiore stabilità del veicolo e una comodità di guida mai sperimentata prima.

    SOUND
    Il Sistema Attivo di eliminazione del rumore (ANC) identifica e riduce i suoni indesiderati a bassa frequenza, utilizzando microfoni posizionati strategicamente nell’abitacolo e generando con altoparlanti onde sonore in risonanza per mascherare o cancellare i suoni sgraditi. L’utilizzo di materiale fonoassorbente migliore dietro il pannello strumenti, un parabrezza acustico, un isolante del cruscotto e isolanti acustici sistemati all’interno dei passaruota posteriori sono stati progettati per funzionare come contromisure per eliminare rumore indesiderato proveniente sia dal vano motore che dagli pneumatici posteriori.

    La valvola elettronica di controllo, alloggiata all’interno del nuovo scarico in titanio, riduce il “rimbombo”. L’ANC e la valvola di controllo elettronico dello scarico eliminano questo problema, controllando l’indesiderato rumore a bassa frequenza. Inoltre, grazie al montaggio di nuovi silenziatori in titanio con valvola a controllo elettronico, il Potenziamento Attivo del Suono (ASE) fa arrivare la potenza del motore direttamente nell’abitacolo.

    L’ASE seleziona la frequenza ed il volume del suono di specifici target (come ad esempio lo scarico) e lo confronta con informazioni pertinenti ad esso, inclusa la velocità del motore e altri parametri chiave del veicolo. Esso elabora il segnale attraverso l’amplificatore del sistema audio e, successivamente, lo rilascia nell’abitacolo attraverso gli altoparlanti.

    Il guidatore può variare il controllo del suono attraverso le diverse modalità di regolazione della vettura: Normale, Comfort e R. In aggiunta, l’interruttore di controllo del suono allo scarico permette un avviamento del motore più silenzioso. Premendo questo interruttore, prima di avviare il motore, si chiuderanno le valvole elettroniche nel sistema di scarico in modo tale da garantire una messa in moto silenziosa, che prosegue per un breve tempo mentre il veicolo viene guidato a bassi giri. La valvola elettronica chiusa nel sistema di scarico comporta una riduzione di 10 dB rispetto a quando è aperta: una differenza sostanziale per la qualità del suono percepita dall’orecchio umano.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta