SOCIAL

CERCA

In copertina non poteva non che esserci lei, la nuova berlina sportiva Alfa Romeo. Primo test dunque per la Giulia 2.2 Diesel da 180 cv che punta a prendersi quote di mercato oggi ad esclusivo appannaggio delle tedesche premium. L' affiancano un approfondito dossier sulle novità del Salone di Pechino,ben otto prime impressioni e cinque prove approfondite...
E' in edicola il nostro nuovo numero!

Nuova Hyundai Ioniq, la prima con 3 tipologie di motorizzazioni

Sarà la prima vettura di serie al mondo offerta con tre differenti tipologie di motorizzazioni: ibrida benzina/elettrico, ibrida plug-in benzina/elettrico e 100% elettrica. Potenze e prestazioni...

Hyundai presenta a Ginevra la nuova IONIQ, la prima vettura sviluppata ed equipaggiata con tre diversi sistemi di propulsione elettrica: ibrida benzina/elettrico, ibrida plug-in benzina/elettrico e 100% elettrica. Nella versione completamente elettrica (EV) IONIQ è alimentata da una batteria agli ioni ultra-efficiente e ad alta capacità. La versione ibrida plug-in (pHEV) abbina un basso consumo di carburante con la propulsione ricevuta dalle batterie, aumentando l’autonomia d’esercizio e riducendo le emissioni. Infine, la vettura ibrida (HEV) sfrutta il motore a benzina e la dinamica della vettura per ricaricare le batterie, che restituiscono una maggior efficienza integrando se necessario la potenza del motore.


Sia la IONIQ ibrida che la IONIQ Plug-in sono equipaggiate con il nuovo propulsore “Kappa”, un 1.6 benzina GDI 4 cilindri ad iniezione diretta che vanta un rendimento termico al vertice della categoria (40%): è in grado di erogare 105 CV e 147 Nm di coppia massima. Si tratta di un motore appositamente sviluppato per abbinarsi alla propulsione ibrida, collegato ad un inedito cambio a sei rapporti a doppia frizione (DCT).


Il motore elettrico della IONIQ in versione ibrida eroga 32 kW (43,5 CV) con una coppia massima di ben 170 Nm, alimentato da una batteria con polimeri agli ioni di litio dalla capacità di 1,56 kWh - posizionata sotto i sedili posteriori: ottimizza il proprio contributo al propulsore durante la marcia, rigenerando rapidamente la carica necessaria. In combinazione con il motore 1.6 GDI, la IONIQ ibrida eroga una potenza massima di 103,6 kW (141 CV) e fino a 265 Nm di coppia massima, in grado di spingerla ad una velocità massima di 185 km/h. Emissioni di CO2 previste a partire da 79 g/km (ciclo combinato).



la IONIQ plug-in potranno contare su oltre 50 chilometri (stimati) di silenziosa guida 100% elettrica, spinti dalla potente batteria di 8,9 kWh con polimeri agli ioni di litio. I 45kW (61 CV) del motore elettrico, sommati alla brillantezza del 4 cilindri 1.6 GDI che equipaggia la IONIQ plug-in, permettono all’auto di raggiungere una potenza massima di 103,6 kW (141 CV), con emissioni di CO2 contenute in 32 g/km.

La versione elettrica della IONIQ è in grado di regalare al guidatore una marcia silenziosa, completamente elettrica (e-mobility), mediante una batteria con polimeri agli ioni di litio da 28 kWh, per un’autonomia massima stimata di oltre 250 km. La coppia massima di 295 Nm viene erogata dal motore elettrico, dalla potenza massima di 88 kW (120 CV): attraverso una trasmissione diretta, può spingere la vettura fino a 165 km/h.

In tema di connetività sono disponibili Android Auto, Apple Car Play, servizi Tom Tom Live e ricarica wireless del proprio smartphone. Il quadro strumenti da 7 pollici TFT visualizza ogni informazione relativa ai parametri della vettura.In tema di sicurezza attiva, ogni IONIQ presenta un “pacchetto”  interessante fra cui spiccano l’AEB (Frenata Autonoma d'Emergenza), il Lane-Keep Assist System (LKAS), il controllo dell’angolo cieco (BSD), la vista posteriore (Rear Cross Traffic Alert) oltre al cruise control adattivo.

Tutto su:

  • hyundai
  • ioniq
  • Commenta con
    Commenta con
    AGGIORNA COMMENTI

    Commenta la notizia