SOCIAL

CERCA

Il nuovo numero punta da subito i riflettori sulla nuova C3, modello fondamentale della gamma Citroen. Ma il programma non finisce qui: Honda NSX, Alfa Giulia e la gamma Maserati

Ford EcoSport Titanium S, prime impressioni

Cambia più di quanto sembri : la piccola Suv recepisce le critiche giunte alla prima versione e migliora....(listino pdf)

V i sembra uguale? Eppure non lo è. Per riconoscere a prima vista la seconda generazione di Ford EcoSport bisogna guardare dietro: se sul portellone non c’è più la ruota di scorta allora si tratta di quella nuova. Ma non è detto visto che con 250 euro la si può avere come optional per dare un aspetto da fuoristrada vero alla “piccoletta”.  La novità più consistente riguarda il debutto della Titanium S, versione “sportiva” con il motore Ecoboost da 1 litro che cresce fino a 140 Cv. Alla maggiore potenza si uniscono alcuni elementi estetici come la livrea bicolore con il tetto a contrasto e i cerchi in lega neri come anche la ricalibratura del controllo di stabilità, un assetto modificato nelle sospensioni e pneumatici Goodyear da 17”. Una versione pensata per i più giovani che accentua il carattere brioso di cui EcoSport è capace. Altre modifiche comuni a tutta la gamma riguardano l’assetto più basso, ritaratura di molle e ammortizzatori, irrigidimento della barra di torsione posteriore ed una maggiore reattività dello sterzo.

INTERNI
Restano confermati i motori della precedente,
a partire dall’Ecoboost da 125 Cv, fino al 1.5 benzina aspirato da 110 Cv, passando per il diesel da 95 Cv. Inoltre, ora è possibile avere il navigatore satellitare integrato nella plancia. Gli interni sono di certo la nota dolente della EcoSport. L’abitacolo è più spazioso di quanto le dimensioni esterne non facciano immaginare ma i materiali della plancia così come l’affollamento di tasti nella zona centrale mostrano una scarsa attenzione. Le plastiche sono dure al tatto ed il piccolo display digitale al centro del cruscotto – quando non è presente il navigatore – ricorda tempi ormai passati. Con tutti quei pulsanti, poi, si fatica a comandare il climatizzatore o l’impianto audio senza staccare gli occhi dalla strada, una razionalizzazione di questa parte non avrebbe guastato nel restyling.

SU STRADA
Per sua fortuna, la EcoSport in versione Titanium S convince dell’esperienza di guida è di certo il motore da 140 Cv, elastico quanto basta per non dover avere sempre la leva del cambio in mano, brioso se si cerca divertimento e parsimonioso quanto basta per diventare il miglior amico di chi cerca una compagna per gli spostamenti quotidiani. Si fa guidare senza mostrare alcun difetto, forse la frizione potrebbe essere più morbida ma è un piccolo peccato veniale. Nonostante l’altezza da terra, si può guidare allegramente senza trovarsi con un rollio eccessivo, anzi: l’equilibrio in curva non è certo da Suv, tanto che si può anche forzare la mano senza timore di mettere in difficoltà la piccola americana.

Merito del nuovo assetto che però fa pagare qualche sussulto di troppo sulle sconnessioni più aspre. Il nome della piccola Suv forse fa storcere il naso inizialmente, certo una scelta più evocativa non ci sarebbe stata male. Ma EcoSport anticipa la doppia anima di questa vettura: consuma poco, promette una manutenzione economica ma fa anche divertire. Una bella sorpresa, lo ammettiamo. 

In allegato in alto il listino pdf. 

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia