IMPRESSIONI: Fiat 124 Spider, aria nuova

25 agosto 2016
Gabriele Canali
  • Salva
  • Condividi
  • 1/140
    Trazione posteriore, motore turbo da 140 Cv, due posti secchi con seduta bassa, da sportiva vera: si presenta così 124 Spider, compatta e leggera, sempre piacevole da guidare. Agile e reattiva, ha tutto quel che serve per garantire il massimo divertimento...

    LOOK

    Prima impressione: vista da vicino dal vivo, e su strada, la macchina fa la sua figura: la personalità non le manca. Non è la fotocopia della MX-5, da cui deriva, né un clone, anche se poi, una volta saliti a bordo, le somiglianze con la Mazda si notano. Stiamo parlando della Fiat 124 Spider, ovvero della macchina che segna il ritorno del marchio in un settore, quello delle sportive a cielo aperto, dove mancava da tempo e più precisamente dai tempi della Barchetta. Un ritorno che avviene a 50 anni esatti di distanza dall'originale 124 Spider.



    Il nuovo modello, per parte sua, ha tutto quello che serve per affascinare: oltre a un'estetica accattivante, l'abitacolo a due posti secchi, la trazione posteriore, la capote in tela ad azionamento manuale. E ancora: dimensioni compatte, peso contenuto, sterzo diretto.

    Una spider da guidare, nel senso più completo del termine. Impeccabile la posizione di guida: seduta bassa, con il cambio cortissimo a portata di mano e il volante verticale, regolabile tuttavia solo in altezza e non, anche, in profondità. Peccato per l'assenza di vani portaoggetti, utili anche su una sportiva per riporre oggetti di uso quotidiano come chiavi e smartphone. La nuova 124 Spider, in ogni caso, ha tutti gli elementi per fare bene, a cominciare dal peso contenuto (1.050 kg in ordine di marcia) e ripartito equamente 50 e 50 tra i due assi.

     


     

    SU STRADA

    Sotto il cofano, la 124 Spider monta un 1.4 MultiAir turbo da 140 Cv: più che sufficienti a garantire piacere. Come abbiamo potuto verificare in una presa di contatto che ha alternato tracciati misti e lunghi rettifili e dove la Spider si è lasciata condurre con buon brio ed efficacia su ritmi brillanti in ogni circostanza.

    Ne esce una sportiva gradevole da guidare grazie soprattutto alla precisione messa in mostra nelle curve veloci. Nel misto più stretto nessun problema in fase di inserimento in traiettoria, tanto più che la Spider trova l’appoggio con sostanziale naturalezza, soffre di coricamenti limitati e si rivela dotata pure di una valida motricità anche in accelerazione piena.

    Efficace è l’impianto frenante, a cominciare dall’ottimo feeling del pedale,passando alla notevole precisione con la quale si riescono a modulare i rallentamenti parziali, per finire alla incisività che dimostra durante le frenate d’emergenza, con spazi di arresto tra i più contenuti.

    D’altro lato il cambio manuale mette a disposizione un set di rapporti intermedi piuttosto ravvicinati che fanno ottenere brillantezza e reattività senza fatica, con il motore che si trova sempre nella fascia di utilizzo più favorevole.

    Bene, per completare il quadro dinamico della vettura, anche l’azione dello sterzo, in virtù di un servocomando con il giusto grado di leggerezza in manovra e le necessarie consistenza e prontezza in velocità: insomma, il feeling con il volante è sincero e si ha sempre la corretta percezione delle reazioni della vettura, a vantaggio di una facilità di guida e quindi di una sicurezza di marcia indubbiamente elevate.

    Il motore, per parte sua, fa la sua parte a dovere: spinge bene a partire da 2.000 giri e offre nel complesso prestazioni velocistiche molto interessanti, testimoniate da un’accelerazione da 0 a 100 in 7,5 secondi.

     

     

     

    LISTINO - SCHEDA TECNICA

    Due sono gli allestimenti a listino, 124 Spider e 124 Spider Lusso, ciascuno proposto con otto colori di carrozzeria: due pastello (Rosso Passione e Bianco Gelato), cinque metallizzati (Nero Vesuvio, Grigio Argento, Grigio Moda, Bronzo Magnetico, Azzurro Italia) e il tristrato Bianco Ghiaccio. Per quanto riguarda gli accessori di serie, il livello di ingresso propone, fra l’altro, doppio terminale di scarico, roll-bar con finiture nere, montante, minigonne e maniglie delle porte verniciate in tinta carrozzeria e la plancia con una mostrina argentata; sempre di serie ci sono i cerchi in lega da 16' pollici, i sedili in tessuto nero, le luci diurne a Led e cruise control.

    La 124 Spider Lusso aggiunge alla dotazione di serie i cerchi in lega da 17”, il roll-bar e il montante anteriore color argento, doppio terminale di scarico cromato e fari fendinebbia di serie, mentre gli esclusivi interni comprendono sedili in pelle di colore nero o tabacco, la plancia inferiore e la palpebra del cruscotto rivestiti con cucitura a vista e climatizzatore automatico. Su entrambi gli allestimenti sono di serie 4 air bag, radio mp3 con porta USB e quattro altoparlanti, volante in pelle, sistema di accensione con tasto e Keyless go, oltre al monitor touchscreen da 7'' con radio digitale, il multimedia control e la connettività Bluetooth.

    I prezzi partono da 27.500 euro per la versione 124 Spider. Aggiungendo 2.400 euro, per un totale di 29.900 euro, si può acquistare la 124 Spider Lusso, mentre per 33.000 euro si porta in garage la Fiat 124 Spider Anniversary, serie speciale realizzata per celebrare i 50 anni della leggendaria spider. Di serie, su questo modello, troviamo la verniciatura Rosso Passione per la carrozzeria, sedili in pelle riscaldati, targa celebrativa e l'impianto hi-fi Bose.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta