DS3 PureTech 130 Cv, sempre brillante

14 giugno 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/41
    Pronto e reattivo fin dai regimi più bassi, il nuovo motore da 130 Cv mette in mostra una piacevole vivacità che invita alla guida sportiva...(listino)

    ERGONOMIA

    Da variante di lusso delle Citroën a terzo brand del Gruppo francese PSA. Una rivoluzione targata soprattutto DS3 che dal lancio nel 2010 ha totalizzato oltre 400.000 unità vendute. Ma ora è venuto il momento anche per la “piccola” 3 di entrare a pieno titolo nella nuova famiglia DS. Ma niente “strappi” rispetto al recente passato solo un’evoluzione concentrata soprattutto nella mascherina: il vecchio "double chevron" la storica firma di Citroën, infatti, lascia il posto a una nuova griglia, più ampia e al centro il logo DS. Nel complesso la nuova DS3 ha ora un frontale più importante che, però, non altera l'eleganza che già la caratterizzava. Inalterati o quasi gli interni. Semmai si tratta di piccoli correttivi.

    E’ stata, invece, colta l'occasione del restyling per eliminare un numero eccessivo di tasti. Tutte le funzioni sono ora attivabili sullo schermo di 7 pollici del tipo a sfioramento che supporta anche i sistemi CarPlay e Mirrorlink, grazie ai quali è possibile gestire dal monitor le principali funzioni dello smartphone. Alla guida della vettura, invece, si apprezza la prontezza dello sterzo e la taratura delle sospensioni che invitano ad una marcia brillante, favorita dalla spinta del 1200 tre cilindri da 130 Cv a iniezione diretta della benzina che debutta sulla piccola francese. Pronto fin dai bassi regimi, vibra pochissimo ed è poco rumoroso: tira fuori soltanto il meglio nella parte più alta del contagiri, cioè sopra i 4.000.

    Vivace, molto elastico e decisamente poco assetato, si sposa bene con le qualità dinamiche di una compatta rimasta agile e leggera, con un peso che si attesta sui 1.200 kg. Pur non  eguagliando la sportività di due modelli come la Mini e l’Alfa MiTo, si rivela sempre divertente anche sui tratti un po’ guidati e rappresenta un buon compromesso tra piacere di guida e confort di marcia. 

    L’offerta di motori comprende i benzina Pure Tech 82, Pure Tech 110 e Pure Tech 130, a cui si aggiunge il THP 165 e il 1.6 turbo Performance da 208 Cv, mentre sul fronte dei diesel troviamo gli economi e scattanti BlueHDI, declinati nelle potenze da 75, 100 e 120 Cv. Restano sempre due le soluzioni di carrozzeria da scegliere, la berlina o cabrio e sempre a 3 porte.

    L’offerta della rinnovata DS 3 è articolata sulle versioni Chic, So Chic e Sport Chic alle quali sono affiancate le “sportive” Performance e Performance Black Special. La Chic propone di serie luci led, sensori pressione pneumatici, computer di bordo, sedile posteriore frazionabile, impianto audio con sei diffusori e comandi al volante, volante in pelle, finiture grigio brillante per la plancia, rivestimento in tessuto Sturm Nero Basalto e cerchi in acciaio da 16" con copricerchi Airflow. La versione So Chic aggiunge la presa usb, la connessione bluetooth, il climatizzatore manuale, il cruise control, i cerchi in lega da 16", la plancia con finitura nero brillante, il diffusore di fragranze, i rivestimenti in tessuto Grand Rayados Nero Basalto e il Touch Pad da 7 pollici. La Sport Chic, infine, completa la dotazione col clima automatico

    PERFORMANCE

    Le nuove DS 3 dispongono della funzione Mirror Screen, costituita da Apple CarPlay e MirrorLink per i telefoni col sistema operativo Android. La funzione offre ai conducenti un modo più intelligente, sicuro e divertente di utilizzare l’universo personalizzato del proprio smartphone. Con lo Schermo Touch Pad 7” a colori di ultima generazione, l’esperienza di guida su DS è, dunque, più high tech. Oltre all’accesso facilitato a tutte le funzioni dell’auto, con 20 pulsanti in meno sulla plancia, permette l’utilizzo di Mirror Screen. Una soluzione di connettività che funziona sia con Apple CarPlay che con MirrorLink, e che consente di utilizzare lo smartphone direttamente sul display della plancia.

    Con Apple CarPlay, il conducente può telefonare, usare le mappe, ascoltare musica e accedere ai messaggi pronunciando una parola o con un solo dito e in modo intuitivo. L’utilizzo e l’impostazione di CarPlay sono semplici e avvengono sia tramite l’interfaccia dell’auto, sia attivando il riconoscimento vocale Siri che non distrae il conducente. Alla fine del tragitto, gli utilizzatore di DS3 possono prolungare l’esperienza sul loro smartphone. Con l’applicazione gratuita MyDS è possibile conoscere in qualunque momento lo stato della manutenzione, l’autonomia di carburante e il punto dove è parcheggiata la propria DS. MyDS è disponibile per Android e iOS. Utilizzando uno smartphone Android compatibile con lo standard MirrorLink, è possibile, inoltre, usare MyDS per consultare e scrivere sms anche durante la guida.

    La nuova DS 3 come detto è disponibile anche in una versione ad alte prestazioni, la Performance che abbina efficienza e confort, facilità e piacere di guida. Ben 208 Cv e 300 Nm di coppia sono i numeri identificativi del super motore 1600 a benzina che è abbinato al cambio a 6 marce che interagisce col differenziale a slittamento limitato per assicurare il massimo della motricità e della tenuta di strada. Per rendere l’auto ancora più agile, sia pure in totale sicurezza, l’assetto e il sistema frenante sono stati oggetto di una messa a punto approfondita.

    L’altezza da terra è ribassata di 15 mm, le carreggiate anteriori e posteriori sono allargate, l’anteriore di 26 mm e la posteriore di 14 mm, i dischi dei freni anteriori sono di 323 mm con pinze specifiche, 249 mm per i freni posteriori. Il carattere dinamico dell’auto si riconosce dal doppio scarico, dalle carreggiate ampliate, dai cerchi da 18’’ diamantati neri, dalle pinze dei freni anteriori nero lucido e dal logo specifico coi colori di DS Performance.

    Anche gli interni sono più sportivi, con sedili avvolgenti in pelle e Alcantara, il quadro strumenti specifico e la plancia con il logo DS Performance. Due i livelli di finitura: il primo con 5 abbinamenti di colori di carrozzeria e tetto. Il secondo, “Black Special” aumenta la sportività e la raffinatezza dell’auto, con una carrozzeria nera e tetto oro. Gli interni sono in linea con la carrozzeria: la plancia e la base della leva del cambio sono in colore oro e si aggiungono gli equipaggiamenti di confort e sicurezza supplementari.

     


    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Tags

    Sposta