Nuova BMW Z4: si torna al tetto in tela

28 August 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/11
    A Pebble Beach la Casa dell’Elica ha svelato la nuova roadster tutto pepe. Le prime vetture verranno consegnate a partire dalla primavera del prossimo anno.

    Per tutti gli amanti del genere non ci poteva essere notizia migliore. La nuova BMW Z4, appena presentata in anteprima mondiale al Pebble Beach 2018, non solo sarà disponibile a partire dal prossimo anno ma riporterà in auge la tanto amata capote in tela, una caratteristica unica e distintiva che era stata abbandonata sulla versione E89.

    Nessuno stravolgimento

    Sul fronte estetico la nuova BMW Z4 non si discosta molto dalla Concept presentata al pubblico solo un anno fa: nel frontale spiccano la nuova calandra ribassata, generose prese d’aria nel paraurti e un nuovo cofano motore con doppio rene e nervature pronunciate; nella fiancata fanno bella mostra di se le nuove linee più spigolose e i tagli già visti sulla Concept; al posteriore, invece, ritroviamo il doppio terminale di scarico, nuovi gruppi ottici e paraurti completamente ridisegnati. Passando agli interni, le maggiori novità hanno riguardato i due nuovi schermi, quello maggiore per l’infotainment e quello minore per la strumentazione, e alcune innovative funzioni di comfort e climatizzazione.

    Nuova BMW Z4: si torna al tetto in tela

    Cavallo di razza

    Passando ai powetrain, almeno inizialmente la nuova roadster bavarese sfoggerà unicamente il sei cilindri in linea da 3.0 litri TwinPower Turbo capace di ben 340 CV. Denominato M40i, questo propulsore garantirà accelerazioni nello 0-100 km/h in soli 4,6 secondi e una velocità massima (limitata elettronicamente) di 250 km/h. Successivamente però arriveranno anche altre motorizzazioni all’interno della ricca gamma. La Casa tedesca diramerà maggiori informazioni tecniche nelle settimane precedenti al Salone di Parigi (4-14 ottobre) dove esporrà la versione First Edition, caratterizzata da assetto sportivo con ammortizzatori a controllo elettronico, differenziale posteriore elettronico M Sport, impianto frenante sportivo e cerchi in lega da 19 pollici.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta