Nuova Audi Q3: naturale evoluzione

25 July 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/16
    La seconda generazione della Sport Utility di Ingolstadt strizza l’occhio a un’estetica più accattivante, un maggiore spazio a bordo e un livello tecnologico nettamente più elevato.

    Dopo la presentazione della nuova Audi Q8 è arrivato il momento anche per la Q3 di ricevere alcune attenzioni. Giunta, infatti, alla seconda generazione, la nuova SUV tedesca può finalmente avvalersi della piattaforma modulare MQB del Gruppo, una scelta progettuale che non solo ne aumenta le dimensioni esterne a tutto vantaggio dello spazio e dell’abitabilità di bordo ma che ne abbatte le masse in gioco e ne incrementa la rigidezza strutturale a tutto vantaggio del comfort e della dinamica di guida.

    Family feeling

    Forte di una lunghezza di 4.485 mm (+97 mm), una larghezza di 1.849 mm (+18 mm), un’altezza di 1.585 mm (-5 mm) e un passo di 2.681 mm (+78 mm), la nuova Audi Q3 si presenta con un’estetica più accattivante e giovanile rispetto alla precedente generazione. A farne da padrone, infatti, sono la nuova single frame ottagonale, i sottili e spigolosi proiettori a led, un portellone posteriore più convenzionale e una linea laterale più muscolosa e pronunciata.

    Tecnologica e sicura

    Design giovanile che ritroviamo anche negli interni dove a far bella mostra di se sono la nuova plancia a sviluppo orizzontale divisa su due livelli, un cockpit con tasti praticamente tutti digitali, la strumentazione digitale Audi Virtual Cockpit con schermo da 10,25 pollici o, a richiesta, da 12,3 pollici e al display dell’infotainment MMI touch con diagonale da 8,8 pollici o MMI Plus da 10,1 pollici. Sistemi multimediali che ben si integrano con gli avanzi sistemi di sicurezza e assistenza alla guida come: l’assistente al parcheggio, l’Audi pre sense front, la frenata d’emergenza automatica, l’avviso di abbandono involontario della corsia, il mantenimento attivo della corsia, l’avviso di angolo cieco, l’assistente al traffico trasversale e alle uscite dai posteggi in retromarcia.

    Nuova Audi Q3: naturale evoluzione

    Benzina e diesel

    Sotto pelle, invece, troveranno posto ben 4 diverse motorizzazioni, tre TFSI e un TDI, tutte quattro cilindri con potenze comprese tra 150 e 230 CV. Sul fronte del benzina, tutti propulsori turbocompressi, a iniezione diretta e corredati di filtro antiparticolato, si potrà scegliere tra un 1.5 litri da 150 CV e 250 Nm (Q3 35 TFSI) con cambio doppia frizione a sette rapporti S tronic o manuale a 6 rapporti e la trazione anteriore e un 2.0 litri da 190 CV e 320 Nm (Q3 40 TFSI) o da 230 CV e 350 Nm (Q3 45 TFSI) entrambi con cambio doppia frizione a sette rapporti S tronic e trazione integrale permanente Quattro con frizione idraulica a lamelle. Sul fronte del diesel, invece, la scelta ricadrà per ora unicamente sul 2.0 litri da 150 CV con 340 Nm (Q3 35 TDI) con cambio manuale o S tronic e trazione anteriore oppure Quattro.

    Da novembre sul mercato

    Costruita nello stabilimento ungherese di Győr, la nuova Audi Q3 approderà nelle concessionarie europee a novembre 2018 con una ricca dotazione di serie e con la classica versione Edition 1, disponibile in edizione limitata solo per il lancio, che include numerose dotazioni opzionali (assetto sportivo, cerchi in lega da 20 pollici e proiettori a LED Matrix). Immancabili naturalmente anche i pacchetti sportivi S-Line exterior e interior. Nulla, invece, c’è dato sapere ancora per quanto concerne i prezzi.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta