SOCIAL

CERCA

E' la prima Suv cabriolet. Con queste credenziali si presenta la nuova Range Rover Evoque Convertible che domina la scena della copertina di Automobilismo di luglio. 4x4 modaiola, sfiziosa e con interessanti contenuti tecnici...
E' in edicola il nostro nuovo numero!

Marchionne, al via la produzione della Giulia a Cassino dal 14 marzo

Sergio Marchionne visita a sorpresa lo stabilimento di Cassino e conferma che la produzione della nuova Alfa Romeo Giulia sarà avviata il 14 marzo. Le vendite FCA intanto volano in europa, per la Tipo raccolti oltre 15.000 ordini...

Sergio Marchionne visita a sopresa lo stabilimento di Cassino e conferma che la produzione della nuova Alfa Romeo Giulia sarà avviata il 14 marzo. La produzione avra' dunque inizio con due settimane di anticipo rispetto alla data originariamente prevista del 31 marzo. A deciderlo e' stato questa mattina propro l'ad Sergio Marchionne che anche ha espresso soddisfazione per come l'organizzazione della produzione della nuova berlina Alfa Romeo proceda a passo spedito.

La Giulia, lo ricordiamo, sarà accanto alla rinnovata Giulietta l'unica novità Alfa Romeo di quest' anno. Dallo stabilimento di Cassino sono uscite già nei mesi scorsi circa 200 esemplari per i collaudi su strada e dalle prossime settimane usciranno dalle 400 stazioni circa di montaggio 30 Giulia al giorno per poi salire a 40 nel corso sei prossimi mesi. Il tutto ha ovviamente anche un risvolto positivo sull' occupazione, con il rientro di tutti gli operai dalla cassa integrazione entro fine maggio. Le vendite FCA intanto volano in europa a gennaio, per la nuova Tipo raccolti oltre 15.000 ordini.

FCA IN EUROPA
A gennaio, in un mercato cresciuto del 6,3 per cento, Fiat Chrysler Automobiles fa meglio con oltre 72.600 immatricolazioni in Europa, in aumento del 14,5 per cento rispetto a un anno fa. In crescita tutti i marchi di FCA: Jeep +32,6 per cento, Fiat e Alfa Romeo +13,9 per cento, Lancia +2,3 per cento. FCA è migliorata più dei singoli mercati in quasi tutti i principali Paesi europei. In Italia le vendite sono aumentate del 19,7 per cento (rispetto al +17,4 per cento del mercato), in Francia dell’8,5 per cento (+3,9 per cento il mercato) e in Spagna del 18,7 per cento in un mercato in crescita del 12,1 per cento.Ottimo debutto europeo per la Tipo con appunto oltre 15 mila ordini nella Regione EMEA.

FIAT
Anche il marchio Fiat ha chiuso gennaio con un risultato sensibilmente superiore a quello ottenuto dal mercato europeo. Infatti, ha immatricolato oltre 54 mila auto, il 13,9 per cento in più rispetto all’anno scorso, per una quota del 4,9 per cento rispetto al 4,6 per cento di un anno fa. Le vendite del marchio Fiat sono cresciute più dei rispettivi mercati in Italia (+19,7 per cento), in Germania (+4,9 per cento) e in Francia (+13,1 per cento). Positivo anche il saldo in Spagna: +10,3 per cento. Dopo aver chiuso il 2015 come le due auto più vendute nel segmento A, anche a gennaio Panda e 500 hanno confermato la loro leadership.

La Panda con oltre 17 mila immatricolazioni in gennaio ha aumentato le vendite del 30,1 per cento rispetto a un anno fa ed è risultata la più venduta del segmento con una quota del 16,9 per cento. Alle sue spalle la 500, con 13.700 immatricolazioni e una quota del 13,6 per cento. Anche la 500L è ancora una volta leader di vendite nel suo segmento: a gennaio ne sono state immatricolate quasi 6.200, per una quota 24,6 per cento. Positivo anche il risultato ottenuto dalla 500X che è ormai stabilmente tra le cinque vetture più vendute del suo segmento: a gennaio ne sono state immatricolate quasi 8.300 per una quota dell’8,8 per cento nel segmento. 

ALFA ROMEO
Anche Alfa Romeo a gennaio ha fatto meglio del mercato: le immatricolazioni sono state quasi 4.600 (il 13,9 per cento in più rispetto all’anno scorso) per una quota stabile allo 0,4 per cento. Per il marchio, mese in crescita di valori superiori alla media del mercato in Francia (+24,2 per cento), Regno Unito (+28,8 per cento), Spagna (+23,1 per cento) e Belgio (+44,5 per cento). Giulietta ha aumentato le vendite del 25,8 per cento rispetto a un anno fa

 

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia