Nissan IMx Concept: Livello 4, quasi 5

25 ottobre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Nissan IMx Concept: Livello 4, quasi 5
La concept elettrica nipponica può contare sulla guida autonoma di Livello 4, ma è in grado di muoversi anche senza conducente per le operazioni di ricarica.

435 Cv e trazione integrale

Nissan IMx Concept: Livello 4, quasi 5

È una crossover elettrica forte di 600 km di autonomia la protagonista dello stand Nissan al Salone di Tokyo. Dotata della guida autonoma di Livello 4, la IMx Concept rappresenta la massima espressione della futura strategia Nissan Intelligent Mobility, volta a promuovere e concretizzare la mobilità alternativa.

Volante a scomparsa

Il sistema di guida autonoma ProPilot evolve sino al Livello 4, vale a dire una situazione nella quale l’intelligenza artificiale è in grado di gestire in totale autonomia il veicolo, con il conducente nel ruolo di spettatore in grado di subentrare nel controllo dell’auto qualora si verifichino delle situazioni d’emergenza. Viceversa, quando il guidatore passa dalla gestione manuale a quella automatica, il volante rientra nella plancia e i sedili vengono reclinati per offrire un maggiore comfort.

Vehicle-to-vehicle e vehicle-to-X

Nissan IMx Concept: Livello 4, quasi 5

Si affida alla guida autonoma di Livello 4, ma strizza l’occhio allo step superiore, dato che la IMx è in grado di muoversi anche senza passeggeri a bordo, ad esempio recandosi da sola a un punto di ricarica. Un’opportunità resa concreta grazie all’interazione tra le strategie di comunicazione vehicle-to-vehicle (tra veicoli) e vehicle-to-X (tra auto e infrastrutture), così come dalla possibilità sia di attingere alla rete elettrica, sia di rilasciare energia – ad esempio per il fabbisogno domestico – nei momenti di massimo fabbisogno.

700 Nm di coppia e due motori elettrici

Nissan IMx Concept: Livello 4, quasi 5

Sotto il profilo delle performance, la concept nipponica può contare su di un powertrain a zero emissioni da 435 Cv e 700 Nm di coppia composto da due motori elettrici – uno per ciascun asse – che portano in dote la trazione integrale a gestione elettronica, vale a dire senza connessioni meccaniche. Le batterie agli ioni di litio, annegate nel pianale, garantiscono un’autonomia di 600 km. Quanto agli interni, domina il minimalismo, ma con un tocco “green”: il quadro strumenti Oled e il display inferiore con trama in legno, estesa ai pannelli porta, ricreano la sensazione di trovarsi all’aperto proiettando immagini del paesaggio. Alta tecnologia, infine, anche per le funzioni vettura, con i comandi gestuali, vocali e mediante gli occhi chiamati a gestire tutte le impostazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta