Mercedes richiama 774.000 auto diesel a causa delle emissioni

13 June 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Mercedes richiama 774.000 auto diesel a causa delle emissioni
La KBA avrebbe riscontrato delle irregolarità (defeat device) nei software di gestione del motori 1.6 diesel Euro 6.

Giusto qualche settimana fa la Casa di Stoccarda, in accordo con il governo tedesco e in piena collaborazione con la KBA, aveva annunciato il richiamo di migliaia di esemplari di Mercedes Vito turbodiesel proprio per questioni in materia di scarichi. Ora però all’orizzonte appare un nuovo problema e questa volta ad essere coinvolto è un altro motore sempre turbodiesel, stiamo parlando del 1.6 litri 4 cilindri diesel Euro 6.

Mercedes richiama 774.000 auto diesel a causa delle emissioni

Siamo alle solite

Secondo quanto stabilito dall’autorità federale dei trasporti (KBA), il Gruppo tedesco dovrà richiamare in Europa ben 774.000 vetture a gasolio motorizzate con questo motore, 238.000 delle quali vendute in Germania. La motivazione appare chiara e semplice, in seguito ad alcuni controlli è apparso che questi motori adotterebbero dei software irregolari per la gestione del motore e del relativo trattamento dei gas di scarico, in grado di escludere il sistema di trattamento dei gas di scarico. I modelli coinvolti nel richiamo sarebbero le Classi C 200d e le GLC 220d equipaggiate con il piccolo motore turbodiesel Euro 6. Vetture alle quali sarebbe stato imposto, dopo due incontri tra il Ministro dei Trasporti Andreas Scheuer e il Ceo di Mercedes Dieter Zetsche, un rientro immediato in fabbrica per un tempestivo aggiornamento software.

Mercedes richiama 774.000 auto diesel a causa delle emissioni

Niente maxi multa

La Casa della Stella, oltre a rendersi subito disponibile per eventuali chiarimenti, avrebbe immediatamente accettato il rientro in fabbrica dei circa 750.000 modelli pur precisando a sua discolpa che non si tratterebbe di un defeat device, come nel caso del Dieselate di Volkswagen cioè in grado di intervenire durante le operazioni di misurazione delle emissioni, ma di un shut-off device, ovvero un dispositivo di protezione del motore che entra in azione solo in caso di anomalie pericolose. Tale contestazione sarebbe stata accolta dalle autorità di governo tedesche che avrebbero quindi deciso di ordinare semplicemente il richiamo delle vetture, in quanto il software è comunque irregolare, senza però impartire alla Mercedes una sanzione pecuniaria per l’accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta