Mercedes EQC: l’elettrico secondo la Stella

6 September 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/33
    La Casa di Stoccarda ha presentato la sua prima SUV a batteria, dando il via al brand EQ e aprendo la strada ad altri dieci modelli elettrici entro il 2022.

    Presentata in anteprima mondiale a Stoccolma, la nuova SUV media di Mercedes è solo la prima di una lunga serie di modelli che da qui al 2022 andranno a dare forma alla nuova famiglia di vetture elettriche del neonato marchio EQ (Electric Intelligence). Vi diciamo subito che non è un’auto rivoluzionaria, soprattutto nell’estetica, ma sicuramente una vettura simbolo di una nuova era per Mercedes-Benz. Per vederla su strada però toccherà aspettare ancora qualche mese. La produzione inizierà, infatti, solamente agli inizi del 2019, per la precisione nella fabbrica di Brema sulle stesse linee dove vengono costruite la Classe C e la GLC, ma i primi ordini non partiranno prima di metà 2019. I prezzi non ci sono ancora stati comunicati ma viste le dirette rivali del calibro di Audi e-tron quattro, che sarà presentata il 14 settembre, e Jaguar I-Pace, non possiamo che aspettarci un prezzo di partenza di almeno 70.000 euro.

    Potente e integrale

    Ma passiamo all’aspetto forse più importate di questa nuova SUV totalmente elettrica: il suo cuore green. Sotto pelle della nuova Mercedes EQC giacciono un telaio completamente inedito, seppur le dimensioni e l’estetica esterna facciano pensare a una gemella della GLC, ben due motori elettrici asincroni trifase con rapporto di trasmissione singolo, un pacco batterie agli ioni di litio da ben 384 celle e 80 kWh, che pesa all’incirca però 650 kg, e una trazione integrale “ibrida”, garantita dai due motori elettrici, montati uno per assale. L’intero powertrain elettrico è in grado quindi di erogare 300 kW (400 CV) di potenza massima e 765 Nm di coppia massima con i quali, secondo la Casa tedesca, la nuova EQC permette di archiviare la pratica dello 0-100 km/h in circa 5 secondi, di raggiungere una velocità massima autolimitata di 180 km/h, di trainare rimorchi fino a 1.800 kg e di garantire un’autonomia di ben 450 km, testati però con il vecchio e più permissivo ciclo di omologazione NEDC. Tale autonomia può essere ripristinata grazie al sistema di bordo da 7,4 kW in circa 10 ore oppure molto più facilmente con le colonnine per la ricarica rapida da 110 kW in soli 40 minuti per una ricarica dal 10 al 80%.

    Mercedes EQC: l’elettrico secondo la Stella

    Per nulla stravagante

    Lunga 4,76 metri, larga 1,88, alta 1,62, con un passo di 2,87 metri e con peso dichiarato di 2.425 kg, la nuova Mercedes EQC presenta una silhouette esterna pulita e senza eccessi. L’eleganza ne fa da padrone e difficilmente, vedendola passare, vi accorgerete di trovarvi di fronte a una vettura totalmente elettrica. Ma è nel frontale dove la nuova EQC si differenzia maggiormente e trasmette tutta la sua particolarità, grazie alla presenza delle superfici nero lucido e delle luci a led che percorrono, come al posteriore, l'intera vettura in senso orizzontale. Immancabili naturalmente i gruppi ottici anteriori Multibeam Led oscurati, i generosi cerchi in lega cromati da 19, 20 e 21 pollici e il più sportivo pacchetto esterno AMG Line che dona alla SUV della Stella una calandra e dei cerchi in lega nettamente più giovanili e accattivanti.

    E’ pur sempre una Mercedes

    Una volta saliti a bordo, invece, vi sembrerà di trovarvi su una comune Mercedes di ultima generazione. I due grandi schermi di 10,25”, il sistema di infotainment multimediale MBUX, il touch-pad nel tunnel centrale e i pochissimi tasti fisici sono l'impostazione delle più recenti vetture Mercedes-Benz. Infine, la qualità dei materiali, la cura per i dettagli e gli accostamenti sono in puro stile Mercedes, il comfort acustico e vibrazione ne fa da padrone e la climatizzazione è stata resa quanto più possibile efficiente per ridurre al minimo il consumo di corrente dalle batterie.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta