La nuova Suzuki Swift 1.2 Dualjet 4WD nei test al banco

9 gennaio 2015
La nuova Suzuki Swift  1.2 Dualjet 4WD nei test al banco
Primi test al banco per la nuova Swift 1.2 Dualjet 4WD. Il nuovo motore (codice K12B DJ ) rappresenta un ulteriore sviluppo del quattro cilindri K12B a iniettore singolo....

La nuova suzuki swift 1.2 dualjet 4wd nei test al banco

Loading the player...

Dopo la forma, arriva la sostanza. Se il recente restyling aveva puntato a rinfrescare linea e allestimenti, adesso è la volta delle novità tecniche con l’arrivo di una nuova variante del 1.2 a benzina con due iniettori per ciascuno dei quattro cilindri, Dualjet appunto. L’intento è chiaro, affinare efficienza e consumi grazie a una migliore combustione. Il nuovo motore, lo ricordiamo, è l ‘unico disponibile su questa variante 4x4. 

L’iniezione DualJet rappresenta un ulteriore sviluppo del quattro cilindri K12B a iniettore singolo ed impiega due iniettori per ciascun cilindro al fine di ottenere una più efficace miscela aria-carburante. Non è l’unica novità di questo compatto 1,2 litri dato che troviamo anche una nutrita serie di modifiche al basamento e agli organi interni rivolte all’abbattimento degli attriti, oltre ad una rivisitazione dei passaggi idraulici di raffreddamento e lubrificazione tesi al miglior dissipamento del calore.

RAPPORTO DI COMPRESSIONE PIU' ALTO
Rispetto al noto propulsore K12B da cui deriva, sono nuovi i pistoni, con superficie d’attrito ridotta del 30% e i getti di raffreddamento inseriti nel blocco cilindri nella zona di accoppiamento con i perni di banco. Le candele sono ora in posizione più centrale rispetto alle camere di combustione, con filettatura più lunga e conseguente maggiore superficie di raffreddamento. Non solo, grazie all’abbassamento di 2 mm delle camere di combustione, il rapporto di compressione del nuovo motore K12B DJ è aumentato fino a 12:0 (11:0 per il motore K12B a iniettore singolo), al fine di ottenere una migliore efficienza, ed i due condotti di aspirazione di ogni singolo cilindro sono ora maggiormente distanziati tra loro, riducendo la dispersione. La valvola EGR (Exhaust Gas Recirculation) di nuova generazione sfrutta ora un sistema di raffreddamento a liquido che, grazie all’impiego di un radiatore, abbassa le temperature dei gas provenienti dal catalizzatore TWC (Three way catalysts) per poi re immetterli nei condotti di aspirazione.

NUOVE VALVOLE
Il motore DualJet vanta infine una distribuzione profondamente rivista, che impiega camme di scarico di altezza inferiore (-1,488 mm) e nuove valvole, di maggiore lunghezza (+2 mm sia per l’aspirazione sia per lo scarico) e con diametro del fungo ridotto (-2 mm per l’aspirazione e -1 mm per lo scarico) al fine di aumentare la velocità di flusso.

Nei nostri test al banco ha erogato un potenza massima leggermente superiore al dichiarato con 91,1 cv a 6.100 giri/min ma un picco di coppia massimo inferiore con 112,1 nm a 4.490 giri/min contro i 120 nm promessi. Potenza e coppia sono trasferiti alle quattro ruote tramite un cambio manuale a cinque rapporti, anch'esso rivisto,  e un giunto viscoso centrale. Decisamente curato, infine, il profilo della sicurezza della vettura. La dotazione di serie prevede infatti il controllo della trazione e della stabilità, gli immancabili Abs e ripartitore della frenata nonché 7 air bag: frontali e laterali per guidatore e passeggero anteriore, a tendina per tutti gli occupanti e, in aggiunta, il cuscino riservato alle ginocchia del conducente.

In allegato in alto in pdf trovate la scheda tecnica, l'equipaggiamento del modello e il listino prezzi.

 

CONDIZIONI DEL TEST
 
Temperatura 20,7° C
Pressione 963,2 hpa
Umidità 66%
Pneumatici ContinentalContiPremiumContact2 
185/55 R 16 83V
 
 
POTENZA MASSIMA RILEVATA
 
al motore (Cv 90):  Cv 91,1 a 6.100 giri/min
alle ruote in IV: Cv 45,7 a 5.300 giri/min
 
COPPIA MASSIMA RILEVATA
 
Nm (Nm 120):  112,1 a 4.490 giri/min
 
Eccola in due brevi filmati durante i test:
 
 
 
 
 

SCHEDA TECNICA

MOTORE Ciclo Otto, anteriore trasversale, Euro 5, 4 cilindri in linea, 5 supporti di banco. Distribuzione bialbero in testa, 16 valvole. - Monoblocco e testata in lega leggera. - Raffreddamento a liquido. - Alimentazione a iniezione elettronica integrata con l’accensione, doppio iniettore per cilindro. - Catalizzatore a 3 vie con sonda Lambda. - Potenza max 90 Cv (66 kW) a 6.000 giri/min. - Potenza specifica 72,5 Cv/litro (53,1 kW/litro). - Coppia max 120 Nm (12,2 kgm) a 4.400 giri/min. - Cilindrata 1.242 cc; alesaggio 73 mm; corsa 74,2 mm. - Circuito di raffreddamento n.d.; olio motore 4,2 litri. Alternatore 75 A, batteria 45 Ah. TRASMISSIONE Trazione integrale permanente. Frizione monodisco a comando idraulico. Cambio manuale a 5 marce. Rapporti: I° 3,545, II° 1,904, III° 1,280, IV° 0,966, V° 0,783. RM 3,272. Rapporto finale 4,176.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading the player...
Sposta