La plug-in della Optima arriva in autunno

22 marzo 2017
a cura di Redazione Automobilismo
La plug-in della Optima arriva in autunno
Una nuova variante con autonomia di 60 km a emissioni zero va ad ampliare la gamma della Kia Otima.

Kia Optima Sportswagon plug-in in Italia dopo l’estate

Nell’ambito dell’offensiva dedicata a modelli a basso impatto ambientale, Kia ha presentato la variante ibrida plug-in anche della Optima Sportswagon che in Italia sarà commercializzata tra settembre ed ottobre ad affiancare in gamma l’analoga variante della Optima berlina. Ovviamente, come per tutte le Kia, anche la Optima Sportswagon plug-in disporrà dell’esclusiva garanzia estesa a 7 anni/150 mila km che copre anche il pacco batterie.

La new entry coreana è equipaggiata con un sistema propulsivo che abbina un efficiente 4 cilindri benzina di 2 litri da 156 CV e coppia di 189 Nm con un motore elettrico da 50 kW per una potenza complessiva di 205 CV a 6.000 giri, mentre la batteria agli ioni di litio vanta una capacità di 11,26 kWh. Ne conseguono buone prestazioni (accelerazione da 0 a 100 km/h sotto i 10 secondi), ma soprattutto emissioni di CO2 contenute ad appena 34 g/km nel ciclo standard europeo (corrispondenti ad un consumo di soli 1,5 litri/100 km) con autonoma in modalità esclusivamente elettrica di oltre 60 km a velocità fino a 120 orari. Il powertrain è inoltre abbinato ad un efficiente cambio automatico a sei rapporti con l’unità elettrica inserita al posto del convertitore di coppia presente nelle tradizionali trasmissioni automatiche.Le batterie collocate sotto il piano di carico lasciano ampio spazio per i bagagli (capacità base di 440 litri che sale a 1.574 litri abbattendo i sedili posteriori).

La nuova Optima SW plug-in sfrutta due accorgimenti principali per conservare e recuperare l’energia elettrica, vale a dire frenata rigenerativa e dispositivo Costing Guide Control, mentre il sistema di climatizzazione HVAC prevede la funzione “driver only” nella quale la ventilazione non viene soltanto deviata, ma esclusa dal resto dell’abitacolo e il riscaldamento dei sedili è circoscritto al solo posto di guida per economizzare energia e ridurre il carico sulla batteria. Identificata esteticamente con il marchio “ECO plug-in”, la familiare prevede a bordo un cruscotto che riporta tutte le informazioni sul funzionamento del sistema propulsivo e la più recente evoluzione del Kia Navigation System con schermo touchscreen da 8 pollici che segnala anche l’autonomia residua. Tra le dotazioni di sicurezza, spiccano sistema per la stabilità in curva, frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedone e sensori per la copertura degli angoli ciechi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta