Jeep Wrangler 2018: fedele alla tradizione

2 novembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Jeep Wrangler 2018: fedele alla tradizione
La Casa americana ha svelato le prime immagini della nuova generazione della Wrangler, icona del 4x4. La vettura definitiva verrà presentata a fine mese al Salone di Los Angeles.

A listino da oltre dieci anni

Jeep Wrangler 2018: fedele alla tradizione

Per lei il tempo sembrava essersi fermato. Tanto che, se fosse stata un animale, sarebbe divenuta senza dubbio un dinosauro. Non rinnegava infatti il telaio a traverse e longheroni così come l’assale rigido sia all’avantreno sia al retrotreno; soluzioni tecniche appartenenti a un’epoca che non esiste più. Non temeva ostacoli, forte di generose protezioni in acciaio per serbatoio, trasmissione e coppa dell’olio, delle ridotte e, nella variante Rubicon, della possibilità di disaccoppiare la barra antirollio anteriore. Jeep Wrangler era, ed è, una 4x4 dura e pura. Un’icona del fuoristrada. Ora, dopo oltre dieci anni di onorato servizio, si rinnova.

Parabrezza reclinabile

Jeep Wrangler 2018: fedele alla tradizione

In occasione del Sema di Las Vegas, il più grande Salone al mondo dedicato al tuning e alle personalizzazioni, la Jeep si è lasciata andare al classico “dolcetto o scherzetto” per la festa di Halloween, svelando le prime immagini della nuova generazione della Wrangler. La vettura, che verrà presentata in veste definitiva il 29 novembre in occasione del Salone di Los Angeles, non tradisce il design originale a fronte di un’annunciata riduzione dei consumi e un netto upgrade sotto il profilo della sicurezza. A livello di design, nello specifico, vengono confermati l’iconica griglia trapezoidale così come i gruppi ottici circolari e i fanali posteriori squadrati. Immancabile la possibilità di reclinare il parabrezza.

200 pezzi speciali by Mopar

Jeep Wrangler 2018: fedele alla tradizione

La Wrangler MY2018 deve ancora nascere ma la Mopar, vale a dire la divisione che si occupa dell’elaborazione ufficiale dei modelli del Gruppo FCA (Fiat-Chrysler Automobiles) ha già approntato oltre 200 “pezzi” speciali, tra i quali i kit per rialzare l’assetto della vettura, speciali cerchi antistallonamento e paraurti per un utilizzo off road estremo. Come in passato, la Wrangler sarà disponibile nelle versioni a tre e cinque porte (quest’ultima denominata Unlimited). E i motori? Nulla di ufficiale è stato rivelato, ma si vocifera di un inedito quattro cilindri 2.0 turbo benzina con potenze di 200 Cv e oltre 300 Cv, di un convenzionale – per il mercato USA – V6 3.6 aspirato a benzina e di un V6 3.0 turbodiesel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta