Integrazione PSA-GM Europe: la palla passa alla politica

22 febbraio 2017
Redazione Automobilismo
Integrazione PSA-GM Europe: la palla passa alla politica
Tra le intenzioni strategiche e l'acquisizione effettiva dei marchi europei GM da parte del gruppo francese ci sono ormai soltanto le trattative con le autorità nazionali riguardanti occupazione e tutele.

Integrazione psa-gm europe: la palla passa alla politica

Ottenuto ormai l’ok dal Gruppo General Motors per un valore stimato in circa 2 miliardi di dollari (di cui 1 miliardo da pagare cash e 1 miliardo costituito dalla passività di bilancio), il Presidente del Gruppo PSA sta ora affrontando i rappresentanti politici tedeschi, francesi e britannici per concretizzare l’acquisizione dei marchi Opel e Vauxhall da GM Europe. Il numero uno di PSA ha già incontrato il Primo Ministro francese Bernard Cazeneuve, oggi parteciperà ad un vertice con il Ministro dell’Economia di Parigi, Michel Sapin, e nei prossimi giorni sarà ascoltato anche dalla Premier britannica, Theresa May. Ma saranno anche gli stessi politici a discutere del tema acquisizione tra loro, tanto che Sapin si vedrà giovedì con la Ministra tedesca dell’Economia, Brigitte Zypries. Se la Cancelliera tedesca Angela Merkel sembra sia già stata rassicurata sul futuro occupazionale nelle fabbriche Opel, una certa preoccupazione trapela dal n. 10 di Downing Street. Si temono forti tagli alla forza lavoro degli impianti targati Vauxhall e le discussioni politiche dovranno chiarire gli aspetti legati al futuro. Opel gestisce circa 38 mila dipendenti in Germania, mentre la consorella britannica Vaux­hall ne impiega oltre 4.500 in GB negli stabilimenti di Luton ed Ellesmere Port. Sulla valutazione di Opel-Vaux­hall pesa in particolare il nodo degli oneri pensionistici che dovrebbero ammontare a 7,2 miliardi di Euro. Sarebbero infine da ridefinire, in caso di conclusione positiva delle trattative (che potrebbero essere formalizzate già giovedì quando il Gruppo PSA pubblicherà il bilancio 2016), le joint venture che PSA e GM hanno con Renault e FCA tra i commerciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta