Incentivi Mercedes e smart per una mobilità più pulita

20 ottobre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Incentivi Mercedes e smart per una mobilità più pulita
Mercedes e smart accelerano la transizione dalle vecchie alle nuove tecnologie riconoscendo un eco-bonus a quanti sostituiscono un’auto Diesel da Euro 1 a Euro 4 con una vettura di nuova generazione.

Lo sguardo rivolto al futuro

Incentivi Mercedes e smart per una mobilità più pulita

Mercedes-Benz Italia lancia una campagna d’incentivi per accelerare il salto tecnologico dal passato, che ha visto protagonisti i motori Diesel Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4, al futuro, caratterizzato dalle nuove generazioni di propulsori Diesel Euro 6, ibridi ed elettrici della Stella.

Incentivi anche alle smart elettriche

Incentivi Mercedes e smart per una mobilità più pulita

La Casa tedesca invita a sostituire la propria auto riconoscendo sino al 31 dicembre un contributo di 2.400 euro a quanti scelgono di abbandonare un’auto a gasolio con tecnologia da EU1 a EU4 passando a una nuova vettura con motori Diesel Euro 6, ibridi, ibridi plug-in ed elettrici della gamma Mercedes-Benz e smart. Gli eco-incentivi della Stella costituiscono un’opportunità anche per entrare nell’era della mobilità a zero emissioni di smart Electric Drive con un “eco-bonus”, in questo caso, di 1.200 euro.

Euro 1, 2 e 3 destinate alla rottamazione

Incentivi Mercedes e smart per una mobilità più pulita

Per beneficiare degli sconti è sufficiente recarsi con il proprio usato (intestato da almeno sei mesi) presso una concessionaria Mercedes-Benz e smart. Una perizia del TÜV, il celebre ente di certificazione tedesco, valuterà le vetture EU1, EU2 ed EU3 portate in permuta e destinate a essere rottamate a cura del concessionario. Per le vetture EU4 la stima dell’usato seguirà invece la normale trattativa tra cliente e venditore.

Un vantaggio economico e ambientale

Incentivi Mercedes e smart per una mobilità più pulita

Passare a un’auto di nuova generazione, oltre che per gli incentivi, rappresenta un vantaggio anche in termini di costi d’esercizio. Si pensi, a tal proposito, al confronto tra i consumi della nuova Classe E e quelli della versione 2006 EU4: la nuova 220d percorre oltre 25 chilometri con un litro di gasolio contro i 16 km/l della 220 CDI EU4 di vecchia generazione. Un “gap” importante, se si considera che il risparmio su 100mila km è di oltre 3.300 euro a fronte di migliori prestazioni e di una potenza massima che cresce da 150 a 194 Cv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta