Lamborghini Huracan LP610-4 Spyder, video e nuove immagini

16 maggio 2016
  • Salva
  • Condividi
  • 1/23
    Combina la potenza e le prestazioni della coupé con l'emozione della guida a cielo aperto. Parliamo della nuova Huracán LP 610-4 Spyder...

    Lamborghini huracan lp610-4 spyder, video e nuove immagini

    Combina la potenza e le prestazioni della coupé con l'emozione della guida a cielo aperto. Parliamo della nuova Huracán LP 610-4 Spyder  che raccoglie una pesante eredità: il modello precedente, la Gallardo Spyder, è stata infatti la cabrio più venduta nell'intera storia della azienda. Il suo motore V10 aspirato da 5,2 litri eroga una potenza pari a 449 kW / 610 CV e la nuova Huracán LP 610-4 Spyder scatta da 0 a 100 km/h in soli 3,4 secondi e raggiunge una velocità massima di 324 km/h. L'Iniezione Diretta Stratificata è in grado di combinare iniezione diretta e indiretta in base alle esigenze. 

    Il motore è abbinato al cambio Lamborghini Doppia Frizione (LDF) a 7 rapporti  con due frizioni multidisco ad azionamento idraulico. Interamente a controllo elettronico, l’accoppiamento è sottoposto a raffreddamento attivo per garantire il massimo delle prestazioni varia continuativamente la coppia tra i due assi con una perfetta distribuzione del peso (43% sull'avantreno e 57% sul retrotreno), come nella coupé. La vettura propone inoltre i nuovi contenuti tecnici del MY 2016, tra cui la tecnologia 'cylinder on demand' abbinata al sistema 'stop-and-start', e un'inedita trazione integrale a controllo elettronico che ne migliora ulteriormente il comportamento di guida.

    CAPOTE
    L'elemento che maggiormente caratterizza il look degli esterni è ovviamente la nuova capote in tessuto, disponibile in tre diversi colori: nero, marrone e rosso. Anche a tetto chiuso, le linee della nuova Huracán Spyder si distinguono nettamente da quelle della versione Coupé. Con i suoi 4,46 metri di lunghezza e 1,92 metri di larghezza, la Spyder è alta solo 1,18 metri. In posizione chiusa la capote leggera si integra bene nel profilo della vettura, mentre aperta scompare in uno spazio concepito per garantire la massima efficienza, mantenendo equilibrato il centro di gravità ed enfatizzando le linee sportive.

    La nuova capote leggera con sistema elettroidraulico si apre con un pulsante posizionato sul tunnel centrale in appena 17 secondi fino ad una velocità di crociera di 50 km/h. A prescindere dalla posizione della capote, il conducente può azionare elettricamente il lunotto posteriore, che funge da frangivento se alzato, oppure lascia passare il sound caratteristico del motore V10 ad aspirazione naturale se abbassato. Con la capote aperta, è stata sviluppata una specifica soluzione di design basate su due pinne aerodinamiche. Durante l'apertura queste emergono dal vano in cui si ripiega la capote. Enfatizzando la forma bassa e scolpita della carrozzeria, le alette posteriori, in corrispoindenza degli schienali dei sedili, prolungano la linea del tetto verso il retrotreno ridefinendo il profilo della Spyder. Sono inoltre dotate di un canale integrato finalizzato a ridurre le turbolenze al di sopra dell'abitacolo durante la guida con capote abbassata. 


    Per migliorare ulteriormente l'esperienza di guida, sono stati previsti due deflettori laterali rimovibili che riducono i disturbi aerodinamici, garantendo così un miglior comfort acustico e la possibilità di conversare anche ad alte velocità. Grazie ad appositi studi aerodinamici, la parte superiore del parabrezza è libera da alette frangivento mobili o fisse. La traversa del parabrezza è decorata con il logo Lamborghini tono su tono e può essere personalizzata a richiesta. Infine, le due pinne contribuiscono a ottimizzare il flusso d'aria nel vano motore, protetto da un cofano dalle linee appositamente disegnate per la Spyder. Le uscite d'aria del vano motore sono realizzate in colore nero.

     

     

     

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta