Guida autonoma: le novità da Francia e USA

14 August 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7
    Se i cugini d’oltralpe spingono per la sperimentazione in strade aperte al pubblico, negli Stati Uniti si sperimenta per la spesa con auto senza guidatore.

    Anche in Francia come già in altri Paesi dell’Unione Europea la volontà è quella di accelerare lo sviluppo e l’introduzione della guida autonoma. Ecco perché nei prossimi mesi verranno emanate leggi ad hoc che consentiranno la piena sperimentazione di veicoli a guida totalmente autonoma in strade pubbliche aperte alla normale circolazione. Si tratta però di provvedimenti normativi che permetteranno l’utilizzo di veicoli esclusivamente di livello 3 e 4 e che potrebbero sfociare in progetti come quello dei Robotaxi totalmente autonomi. Un percorso insomma comune a molte Case costruttrici che darà vita alle condizioni necessarie per sviluppare la guida autonoma attraverso leggi adeguate, infrastrutture aggiornate e nuovi livelli di sicurezza di trasmissione dei dati.

    Guida autonoma: le novità da Francia e USA

    Discorso leggermente diverso quello degli Stati Uniti, da sempre molto più avanti del Vecchio Continente nella sperimentazione e cuore pulsante di questa nuova tecnologia. In questo caso a essere sperimentato è una nuova metodica di fare la spesa. La catena di supermarket Walmart grazie a Waymo, la divisione di Alphabet (la società di cui fa parte anche Google) che si occupa delle auto a guida autonoma, permetterà ad alcuni clienti selezionati di potersi avvalere di un particolare, esclusivo e sperimentale metodo di fare la spesa. A Phoenix, città dell'Arizona con una legislazione molto permissiva nei confronti dei test con le auto a guida autonoma, sarà permesso a 400 clienti di ordinare la spesa via internet, farsi venire a prendere a casa e andarla a ritirare nel supermercato selezionato. Il tutto a bordo di una Chrysler Pacifica con l'autopilota cioè di un’auto completamente priva di conducente che fa affidamento sulla guida completamente autonoma. Insomma un rivoluzionario sistema, molto più avanzato dei test in atto in Europa, che non potrà che sviluppare ulteriormente questa moderna tecnologia.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta