Daimler, Bosch e Nvidia: partnership per la guida autonoma

16 July 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/5
    I tre colossi daranno il via alla sperimentazione nella seconda metà del 2019 in un luogo della Silicon Valley, la capitale tecnologica mondiale.

    Come già BMW e Baidu ora anche i colossi Daimler e Bosch hanno stretto un accordo per la realizzazione di future vetture a guida autonoma di Livello 4 e 5. La partnership è però ancor più importante perché include al proprio interno anche Nvidia, l’azienda statunitense leader nella realizzazione di tecnologie di calcolo avanzato e di intelligenza artificiale.

    Big data

    L’ingresso nel team del colosso statunitense darà una grossa mano ai due Big tedeschi nella veloce trasmissione dell’enorme mole di dati sia tra auto sia tra i vari sistemi che la guidano. Ricordiamo, infatti, che uno dei cardini principali sui quali si basa la guida autonoma di Livello 4 e 5 è la piena e istantanea connessione tra i veicoli e l’ambiente che li circonda in modo che sensori e telecamere possano interagire velocemente con l’unità centrale e questa possa comunicare altrettanto velocemente sia con i sistemi di bordo che con tutto ciò che si trova nel suo spazio vitale.

    Daimler, Bosch e Nvidia: partnership per la guida autonoma

    Elevata potenza

    La Nvidia quindi fornirà a Daimler e Bosch la sua potentissima piattaforma di intelligenza artificiale Drive Pegasus, un sistema in grado di interagire con gli speciali hardware Bosch, gestire l’enorme mole di dati in arrivo da sensori radar, Laser scanner (Lidar), telecamere e sensori a ultrasuoni e inviare risposte ultra veloci a tutti i sistemi ad essa connessi e ai veicoli e alle infrastrutture che circondano la singola vettura. Forte di un multitasking notevolmente avanzato, la piattaforma di Nvidia è in grado i pochi millisecondi di gestire contemporaneamente una moltitudine di impulsi, di elaborare un mole di dati che può raggiungere anche i 100 GB al chilometro e di prendere una decisione rispetto a centinaia di triliardi di operazioni al secondo. Un processore davvero ultrapotente!

    Primi esperimenti

    Tutto questo porterà le due multinazionali tedesche ad avviare entro la metà del 2019 una sperimentazione sul territorio della Silicon Valley, la capitale tecnologica mondiale, di veicoli a guida autonoma di Livello 4 e 5. Le due aziende tedesche offriranno, infatti, al pubblico californiano un servizio di trasporto cittadino su navette senza guidatore. Molto probabilmente la città deputata a dare ospitalità a questo servizio sarà San Francisco nella quale le navette a guida autonoma, oltre a offrire il servizio di trasporto pubblico, continueranno nella scansione e nella raccolta di dati per evolvere sempre più questi moderni sistemi di guida autonoma.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta