Citroën C3 Aircross: fatemi largo

13 giugno 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Citroën C3 Aircross: fatemi largo
La nuova crossover compatta francese condivide estetica e meccanica con la compatta C3. Proposta solo a trazione anteriore, può contare su ricche dotazioni multimediali e di sicurezza.

In concessionaria a novembre

Citroën C3 Aircross: fatemi largo

Citroën scalda i muscoli ed entra a gamba tesa nell’affollato, anzi affollatissimo, segmento delle crossover compatte. Una fetta di mercato che fa gola a tutti i costruttori. La nuova C3 Aircross, anticipata dall’omonimo prototipo presentato in occasione del Salone di Ginevra, si scontrerà con le affermate Fiat 500X, Peugeot 2008 e Renault Captur, regine della categoria, oltre che con la coppia coreana Hyundai Kona/Kia Stonic, attesa all’unveiling in questi giorni.

15 cm più lunga della C3

Lunga 4,15 metri, la crossover francese s’ispira sia tecnicamente sia esteticamente alla recente generazione della berlina compatta C3 (presentata nel 2016), sebbene più lunga di 15 cm e alta di 17 cm. Quanto al pianale, la piattaforma utilizzata è condivisa con la Opel Crossland X; si tratta, nel dettaglio, di una partnership antecedente all’acquisizione del brand tedesco da parte del Gruppo Psa. La capacità di carico della vettura spazia da 520 litri con cinque persone a bordo a 1.289 litri una volta abbattuto il divanetto frazionabile 40/60, scorrevole di 15 cm. L’abitacolo riprende quanto già visto con la C3 ed è fortemente caratterizzato dalla presenza dello schermo touchscreen da 7 pollici del sistema d’entertainment.

Pianale condiviso con la Opel Crossland X

Citroën C3 Aircross: fatemi largo

Abbinamenti cromatici forti, rivestimenti a contrasto delle cornici dei passaruota, slitte paracolpi e una finitura originale dei montanti posteriori caratterizzano profondamente la nuova C3 Aircross. Dalla compatta C3, nello specifico, mutua la disposizione dei gruppi ottici anteriori su due livelli ma non gli Airbump, vale a dire i rivestimenti in poliuretano termoplastico integranti capsule d’aria collocati lungo le fiancate. Simile tecnicamente alla citata Opel Crossland X, è proposta esclusivamente a trazione anteriore, mentre la gamma motori rispecchia quella della C3.

Grip Control e cambio automatico

I propulsori a benzina PureTech si avvalgono dei noti tre cilindri 1.2 aspirato da 82 Cv e turbo da 110 e 130 Cv, mentre il quadricilindrico 1.6 turbodiesel BlueHDi è proposto negli step da 100 e 120 Cv. Al cambio manuale è possibile preferire la trasmissione automatica EAT6 a 6 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, sempre più diffusa all’interno della gamma Citroën. Il controllo della trazione evoluto Grip Control è di serie, mentre la dotazione di sicurezza si preannuncia molto completa. Non perdete il prossimo numero di Automobilismo: abbiamo già toccato con mano la nuova C3 Aircross e ve la racconteremo nei minimi particolari.

Citroën C3 Aircross: fatemi largo
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta