Chevrolet Corvette ZR1 Convertible: apriti cielo

1 dicembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Chevrolet Corvette ZR1 Convertible: apriti cielo
La nuova generazione della cabriolet americana è la vettura scoperta di serie più potente al mondo. Un primato dovuto all’esuberanza del V8 6.2 Supercharged da 765 Cv.

969 Nm di coppia

Chevrolet Corvette ZR1 Convertible: apriti cielo

Era dal 1970 che la sigla ZR1 non si accompagnava a un tetto in tela. Un “ritorno di fiamma” celebrato con lo champagne, dato che con 765 Cv la Chevrolet Corvette ZR1 Convertible è la cabriolet più potente sul mercato. In grado di sopravanzare sia la Lamborghini Aventador Roadster LP750-4 Superveloce, accreditata di 750 Cv, sia la Bentley Continental GTC Supersports, forte di un W12 6.0 biturbo benzina da 710 Cv. La “Vette” di serie più potente mai realizzata si appresta a scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana.

Doppia iniezione diretta

Chevrolet Corvette ZR1 Convertible: apriti cielo

Difficile immaginare le torsioni cui viene sottoposto il telaio della sportiva yankee, esposto alla forza bruta del V8 6.2 sovralimentato mediante compressore volumetrico, portato dai 647 Cv appannaggio della precedente generazione agli attuali 765 Cv. Un’unità caratterizzata dalla lubrificazione a carter secco, dalla distribuzione a due valvole per cilindro e, per la prima volta nella storia del Gruppo General Motors, dalla “doppia” iniezione diretta della benzina. Una tecnologia condivisa con la “gemella” a tetto rigido e basata sulla presenza d’iniettori supplementari rispetto allo standard, a tutto vantaggio dell’ottimizzazione della combustione e del rendimento del propulsore.

27 kg più pesante della Coupé

La configurazione di carrozzeria cabriolet porta in dote un aggravio ponderale contenuto in 27 kg, per una massa totale di 1.641 kg. La trazione, da tradizione, è posteriore, mentre il reparto trasmissione si avvale di una classica unità manuale a 7 rapporti o, in alternativa, del primo cambio automatico mai dedicato alla ZR1, vale a dire un 8 marce del tipo mediante convertitore di coppia corredato dell’opzione manuale con le levette al volante. Ne conseguono prestazioni da urlo. Basti pensare che la sportiva americana scatta da 0 a 100 km/h in 3 secondi e raggiunge una velocità massima di 320 km/h contro i 340 km/h appannaggio della ZR1 a tetto rigido.

Splitter in carbonio

Chevrolet Corvette ZR1 Convertible: apriti cielo

Tra le novità aerodinamiche portate al debutto dalla ZR1 MY18 spiccano lo splitter in fibre composite a incidenza fissa – una prima assoluta per la gamma Corvette – corredato di appendici laterali che aumentano la deportanza in curva, e l’alettone proposto in due configurazioni: bassa, a tutto vantaggio della velocità massima, oppure alta, inclusa nel pacchetto ZTK Performance Package. Completano la dotazione tecnica i freni carboceramici con pinze anteriori a 6 pistoncini, i cerchi in lega anteriori da 19 pollici, posteriori da 20 pollici, e le sospensioni magnetoreologiche dalla taratura specifica. Il listino, negli States, parte da 123.000 dollari (poco meno di 104.000 euro).

Chevrolet Corvette ZR1 Convertible: apriti cielo
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta