Chevrolet Corvette ZR1: è record di velocità

1 May 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Chevrolet Corvette ZR1: è record di velocità
Sul circuito di Papenburg la sportiva statunitense ha fatto segnare la strabiliante velocità di 341 km/h.

Che fosse la Corvette più potente lo si sapeva già ma dopo questa strabiliante impresa la Crovette ZR1 si è classificata come la Corvette di serie più veloce di sempre. Sul circuito di prova di Papenburg, in Germania, la supersportiva a stelle e strisce ha fatto registrare due strabilianti passaggi: il primo in un senso con una velocità massima di 345,81 km/h (214,88 miglia orarie) e il secondo nel senso opposto con una velocità massima di 338,2 km/h (210,2 miglia orarie). Il risultato finale, che è naturalmente la media dei due passaggi avvenuti in direzioni opposte, ha fatto gridare al record con una velocità massima di 341 km/h (212 miglia orarie).

Un cacciabombardiere

Per raggiungere questo strabiliante risultato è stata utilizzata una Corvette ZR1 completamente standard che ricordiamo è basata sulla Z06 ma introduce non poche novità meccaniche e tecniche. In primis il motore è un 6.2 litri V8 LT5 con compressore volumetrico Eaton di 2,6 litri ed è in grado di erogare ben 765 CV e 969 Nm. Al motore si affianca un cambio automatico a 8 rapporti prodotto da GM e per raggiungere la velocità massima si sono avvalsi del settimo rapporto. L'aerodinamica, infine, era in configurazione standard cioè priva dell'enorme alettone posteriore “High Wing” che genera ben 450 kg di carico verticale ma che avrebbe rallentato la vettura di addirittura 16 km/h.

Chevrolet Corvette ZR1: è record di velocità

Si poteva fare meglio...

Come oramai accade di consuetudine nella misurazione dei vari record di velocità sia in strada che sui laghi salati, la misurazione viene ripetuta almeno due volte così da ridurre l'influenza di possibili variabili positive o negative. Chiudiamo con un piccola curiosità: la hypercar americana avrebbe potuto raggiungere persino una velocità superiore semplicemente spostando il limitatore dei giri motore ma questa modifica avrebbe comportato qualche rischio di troppo con gli pneumatici che erano omologati solo fino a 346 km/h (215 miglia orarie).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta